Pagami il blog

Uno dei problemi dell’informazione online nel reinventare i giornali è: notizie buone o economiche?
Bloggare non è facile perchè sta diventando sempre più professionale nel caso dei magazine contrastare i piccoli editori che Google porta alla luce.

E proprio questi piccoli editori, blog ed altri siti che citano, quotano e commentano le notizie, portano via del traffico al sito del New York Times che pare abbia deciso di far pagare i contenuti dei suoi blog introducendo dei paywall.
Così come è inutile l’obbligo di rettifica altrettanto lo sarebbe quello di pagamento nel caso di un blogger che fa un link verso un post a pagamento (che verrebbe tracciato) distribuendolo in Rete.

E’ come se l’advertising diventasse fonte di informazione ed i post dei blog finissero per diventare più che un informazione spontanea ed intelligente una inserzione pubblicitaria. Ad esempio: saresti disposto a pagare per leggere il blog di Alessandro Gilioli?

2 thoughts on “Pagami il blog

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.