Uno per tutti, tutti contro tutti

Uno per tutti, tutti contro tutti

Non proprio una guerra tra social network ma quasi. Il Corriere racconta che a Londra durante un raduno di Facebook è finita male: tra le 250 persone sono spuntati i coltelli mentre ci dovevano essere soltanto le pistole d’acqua.

L’incomprensibile scelta (valida forse solo in un gara di t-shirt bagnate) del riunirsi per creare dei simpatici eserciti che si spruzzano birra tra di loro potrebbe essere stata sabotata da qualche servizio concorrente come MySpace, Orkut, Hi5. O più presumibilmente da qualche imbecille. Chissà se Scotland Yard ha in mente qualche nome.

By | 2008-08-02T18:17:22+00:00 August 2nd, 2008|Voice over Net, Web 2.0|0 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.