Nuova funzione Clicks su WordPress

Se siete dotati di un blog su WordPress.com vi può interessare questa piccola funzione aggiunta al sistema di statistiche chiamato “Blog Stats”: si chiama Clicks e permette di tenere traccia dei link che i visitatori fanno sul blog. Ogni qual volta l’utente clicca su un link delle tue pagine questo viene conteggiato ed inviato nella voce “Clicks”; in tal modo puoi capire quali sono le zone di maggiore interesse del tuo sito web. Questa semplice funzione è stata trasformata anche in un widget (l’immagine sotto mostra le opzioni), Top Clicks: inserendo questo box nella sidebar del nostro blog avremo una hit parade dei link più cliccati. Ci sono in rete diversi servizi che consentono di “tracciare” le zone più cliccate dei siti web, utilizzando a volte del semplice Javascript: crazyegg, clickdensity sono solo alcuni. In una mailing list, Mattew Mullenweg, fondatore di WordPress, giorni fa mi ha anticipato che il sistema di statistiche in uso ora su WordPress.com diverrà un vero e proprio plugin: potrà essere utilizzato dunque anche da chi utilizza questa piattaforma sul proprio dominio.

topclicks

By | 2007-01-18T11:45:34+00:00 January 18th, 2007|Wordpress|8 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

8 Comments

  1. […] Riporto un’interessante articolo di Dario Salvelli: Se siete dotati di un blog su WordPress.com vi può interessare questa piccola funzione aggiunta al sistema di statistiche chiamato “Blog Stats”: si chiama Clicks e permette di tenere traccia dei link che i visitatori fanno sul blog. Ogni qual volta l’utente clicca su un link delle tue pagine questo viene conteggiato ed inviato nella voce “Clicks”; in tal modo puoi capire quali sono le zone di maggiore interesse del tuo sito web. Questa semplice funzione è stata trasformata anche in un widget (l’immagine sotto mostra le opzioni), Top Clicks: inserendo questo box nella sidebar del nostro blog avremo una hit parade dei link più cliccati. Ci sono in rete diversi servizi che consentono di “tracciare” le zone più cliccate dei siti web, utilizzando a volte del semplice Javascript: crazyegg, clickdensity sono solo alcuni. In una mailing list, Mattew Mullenweg, fondatore di WordPress, giorni fa mi ha anticipato che il sistema di statistiche in uso ora su WordPress.com diverrà un vero e proprio plugin: potrà essere utilizzato dunque anche da chi utilizza questa piattaforma sul proprio dominio. […]

  2. Davide 18 January 2007 at 15:04 - Reply

    Interessante! Spero che arrivi preso il plugin.

    P.S.: Esiste un modo per evitare a priori, senza doverli sforbiciare in seguito, dei pingback così voluminosi? Praticamente ora hai due copie dell’articolo… I’m sorry :D

  3. Dario Salvelli 18 January 2007 at 16:22 - Reply

    @Davide: Sure esiste,mea culpa,non dedico abbastanza tempo alla configurazione del blog: devo cambiare la gestione dei trackback e dei ping. Grazie per la citazione.

  4. Davide 18 January 2007 at 17:01 - Reply

    Ehm… non sapevo che dipendesse dal blog d’arrivo, pensavo fosse colpa mia… ad ogni modo come si configura un WP blog per regolare quella lunghezza? Grazie a te.

  5. Nuova funzione Clicks su Wordpress at IMAGINEPAOLO Web Design Blog - Submit News, Links, SEO Tips, … 5 March 2007 at 15:12 - Reply

    […] Fonte « Produttività on-line di Alessandro Fulciniti […]

  6. […] Da queste parti si parla spesso di WordPress, c’è una intera categoria: la piattaforma di blogging di Matthew è una delle più usate nonostante non sia ottimizzata e scritta al meglio come molti vorrebbero. Tempo fa anticipai in questo post che il team di sviluppo stava lavorando nel tentativo di portare l’attuale sistema di statistiche presente su WordPress.com in un plugin proprio per WP: la cosa ora è ufficiale secondo questo post sul blog ufficiale di WordPress. Il plugin Automattic Stats è disponibile per il download qui: che ne dite lo installiamo e lo testiamo? Feedback ed impressioni come al solito nei commenti. Tags: automattic stats, blog stats, blogging, statistiche wordpress wordpressTechnorati:  automattic stats, blog stats, blogging, statistiche wordpress, wordpressShare and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  7. To Blog or Not To Blog ? - Sosphera Web Design 6 July 2007 at 16:20 - Reply

    […] Eistono tantissimi blog ma pochi hanno successo e vengono realmente letti? Perche’? La risposta a queste domande e’ sicuramente complessa, nel successo di un blog sono coinvolte diverse componenti. Importante e’ la visibilita’ che si riesce a raggiungere sui motori di ricerca (vedi Google), il bacino di utenza sara’ strettamente legato all’argomento che si vuole trattare per cui argomenti piu’ di nicchia non potranno mai avere il successo di pubblico rispetto ad argomenti di interesse piu’ popolare, anche la cadenza con cui vengono scritti i post e’ molto importante. La cosa pero’ che e’ di fondamentale importanza e, che e’ alla base del successo di un blog, e quindi del blogger o dei bloggers, e’ il contenuto. Tutto si basa sul contenuto, che deve essere significativo ed originale. Probabilmente ha poca importanza anche l’argomento su cui si scrive, se non per il fatto che cambia il bacino di utenza. Quindi scrivere di Bonsai piuttosto che di Web Design, di Fisica Quantistica, o di Donne e’ relativo, rispetto al successo di pubblico che si puo’ ottenere per quel determinato argomento. Sicuramente un blog sulla Fisica Quantistica scritto con passione e in maniera personale puo’ avere piu’ successo di uno che parla di Donne ma scritto male. Con “scritto bene o male”, non si vuole intendere dal punto di vista sintattico e stilistico, per quanto siano aspetti importanti, ma si vuole porre l’accento sull’originalita’ del post. Si puo’ parlare di qualsiasi cosa, anche delle cose piu’ banali e scontate, la cosa importante e’ che si abbia un proprio punto di vista personale o che almeno si sappia associare e correlare informazioni che siano di interesse in modo unico ed originale. Vorrei fare degli esempi in merito a quanto detto, e non me ne vogliano i blog citati se faccio qualche considerazione, che sono del tutto personali Degli esempi mostrati mettero’ in evidenza solo le cose fin qui dette, senza occuparmi di altri aspetti quali ad esempio il layout…. Il primo dei blog che voglio analizzare, e’ Image Paolo. Dal mio punto di vista ha un grosso difetto e’ praticamente fatto da post composti da poche righe dove ci si limita a girare il navigatore su di un altro sito dove c’e’ l’informazione vera, un esempio e’ dato da questo post che si chiama FONT GENEVA. Ancor peggio, questo blog e’ fatto anche da quest’altra tipologia di post, dove viene copiata la parte iniziale del testo di un altro blog o sito (magari anche in lingua inglese) e poi linkato come fonte. Un esempio e’ il post intitolato NUOVA FUNZIONE CLICKS SU WORDPRESS, non trovate una strana somiglianza al seguente post Nuova funzione Clicks su WordPress ?? Non credo sia un caso che il secondo post ha dei commenti mentre il primo nessuno. Lo scopo del blog Image Paolo e’ forse quello di accumulare piu’ post possibili? E’ forse quello di essere raggiunti da un pubblico piu’ vasto possibile? Forse su questo blog ci arriveranno un sacco di utenti internet, ma quanti di questi si fermeranno a leggere? Quanti navigheranno tra un post e l’altro per trovare informazioni di loro interesse? Quanti cliccheranno sui link sponsorizzati di Google AdSense? E’ forse questo il suo unico scopo o forse il principale? […]

  8. To Blog or Not To Blog ? - Sosphera Web Design 13 May 2008 at 15:27 - Reply

    […] Eistono tantissimi blog ma pochi hanno successo e vengono realmente letti? Perche’? La risposta a queste domande e’ sicuramente complessa, nel successo di un blog sono coinvolte diverse componenti. Importante e’ la visibilita’ che si riesce a raggiungere sui motori di ricerca (vedi Google), il bacino di utenza sara’ strettamente legato all’argomento che si vuole trattare per cui argomenti piu’ di nicchia non potranno mai avere il successo di pubblico rispetto ad argomenti di interesse piu’ popolare, anche la cadenza con cui vengono scritti i post e’ molto importante. La cosa pero’ che e’ di fondamentale importanza e, che e’ alla base del successo di un blog, e quindi del blogger o dei bloggers, e’ il contenuto. Tutto si basa sul contenuto, che deve essere significativo ed originale. Probabilmente ha poca importanza anche l’argomento su cui si scrive, se non per il fatto che cambia il bacino di utenza. Quindi scrivere di Bonsai piuttosto che di Web Design, di Fisica Quantistica, o di Gossip e’ relativo, rispetto al successo di pubblico che si puo’ ottenere per quel determinato argomento. Sicuramente un blog sulla Fisica Quantistica scritto con passione e in maniera personale puo’ avere piu’ successo di uno che parla di Gossip ma scritto male. Con “scritto bene o male”, non si vuole intendere dal punto di vista sintattico e stilistico, per quanto siano aspetti importanti, ma si vuole porre l’accento sull’originalita’ del post. Si puo’ parlare di qualsiasi cosa, anche delle cose piu’ banali e scontate, la cosa importante e’ che si abbia un proprio punto di vista personale o che almeno si sappia associare e correlare informazioni che siano di interesse in modo unico ed originale. Vorrei fare degli esempi in merito a quanto detto, e non me ne vogliano i blog citati se faccio qualche considerazione, che sono del tutto personali Degli esempi mostrati mettero’ in evidenza solo le cose fin qui dette, senza occuparmi di altri aspetti quali ad esempio il layout…. Il primo dei blog che voglio analizzare, e’ Image Paolo. Dal punto di vista dei contenuti ha un grosso difetto e’ praticamente fatto da post composti da poche righe dove ci si limita a girare il navigatore su di un altro sito dove c’e’ l’informazione vera, un esempio e’ dato da questo post che si chiama FONT GENEVA. Ancor peggio, questo blog e’ fatto anche da un’altra tipologia di post dove sostanzialmente viene copiata la parte iniziale del testo di un altro blog o sito (magari anche in lingua inglese) e poi linkato come fonte. Un esempio e’ il post intitolato NUOVA FUNZIONE CLICKS SU WORDPRESS. Non trovate una strana somiglianza al seguente post Nuova funzione Clicks su WordPress ?? Non credo sia un caso che il secondo post ha dei commenti mentre il primo nessuno. Lo scopo del blog Image Paolo e’ forse quello di accumulare piu’ post possibili? E’ forse quello di essere raggiunti da un pubblico piu’ vasto possibile? Forse su questo blog ci arriveranno un sacco di utenti internet, ma quanti di questi si fermeranno a leggere? Quanti navigheranno tra un post e l’altro per trovare informazioni di loro interesse? Quanti cliccheranno sui link sponsorizzati di Google AdSense? E’ forse questo il suo unico scopo? […]

Leave A Comment