Il futuro del Web si chiama Apollo ?

Il futuro del Web si chiama Apollo ?

Qualche settimana fa Adobe ha lanciato pubblicamente in versione Alpha il suo nuovo progetto: Apollo.
La necessità di un prodotto come Apollo è quella di fornire agli sviluppatori un sistema runtime multi piattaforma gratuito ed unico che possa creare e distribuire contenuti RIAs (Rich Internet Application) sul desktop, superando le difficoltà classiche che di solito incontrano tutti i browser, in termini ad esempio di compatibilità. Più semplicemente Apollo non è un nuovo browser ma un sistema che carica le applicazioni al di fuori del browser: basta lanciarlo una volta ed il gioco è fatto; Flash, Flex, HTML, JavaScript, Ajax riuniti in un solo ambiente. Se hai realizzato qualche applicazione utilizzando il noto Flex le puoi far girare finalmente sul desktop usando Apollo: Scrapblog è un esempio di utilizzo di Flex.
Se vuoi saperne di più su Apollo ci sono le Faq, puoi leggere il blog di Mike Chambers o vedere il post di Ryan Stewart che pubblicò in anteprima alcuni screenshots di applicazioni che girano sotto Apollo. Chissà cosa ne pensano i Pythonisti ed i Rubysti. Buon divertimento developers.

By | 2011-06-24T12:07:13+00:00 April 2nd, 2007|Voice over Net|4 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

4 Comments

  1. Francesco 2 April 2007 at 17:58 - Reply

    Qui puoi trovare un bel video di una demo della Adobe:

  2. Dario Salvelli 3 April 2007 at 11:07 - Reply

    @Francesco: Si,riguarda eBay. Volevo segnalarlo ma era presente già nella pagina ufficiale di Apollo. Grazie!

  3. […] La presentazione di questo nuovo prodotto di Microsoft consiste in un video (non in Flash, figuriamoci) che in stile minority-report cerca di affascinare gli utenti senza mostrare alcuna interfaccia: parlo di Silverlight, nuovo cross-browser web gratuito lanciato da Microsoft ieri al Nab 2007. Le Faq ci spiegano bene cos’è: racchiudere in un software leggero (1MB circa) la possibilità di leggere contenuti ed applicazioni RIAs per il Web come video, animazioni. Pensala come la risposta ad Adobe Flash, ormai un must, o ancora meglio ad Adobe Apollo. Potrai caricare i file video WMV sul Pc o sul Mac senza dover installare Windows Media Player: wow ! Ci voleva un nuovo progetto per fare questo? In ogni modo questo post ci spiega 10 buone ragioni per usare Silverlight proprio mentre allo stesso NAB 07 Adobe presenta Adobe Media Player un lettore video (cross-platform, per PC e Mac) che lavora sul desktop sia online che offline con gran supporto per gli RSS. Una novità di questo prodotto è l’integrazione in questo player di un sistema di advertising, anche offline. Chi vincerà la sfida tra Adobe e Microsoft? […]

  4. […] Tempo fa ho letto una prima recensione di Ryan Stewart di SmallWorlds, un gioco in multiplayer realizzato e sviluppato con la tecnologia Flex (non a caso intuivo in Apollo un ottimo strumento per il futuro). Chiesi subito a Ryan (che ringrazio pubblicamente) un invito a SmallWorlds (che è ancora in versione Beta) e lo ottenni: sopra trovate un primo screenshot di un piccolo ambiente del mio avatar mentre qui sotto (clicca per ingrandire) quella generale del vostro profilo che vi consente di entrare nel mondo di SmallWorlds o creare nuovi avatar e personaggi. […]

Leave A Comment