From Blogosphera to Twittersphera

From Blogosphera to Twittersphera

Quella che vedete qui sopra è la mappa della Twittersphera Italiana (mi trovate al centro quasi) realizzata da Kromeboy: dopo la costruzione della geografia della blogosfera italiana ecco spuntare un altro panorama della Rete, simile per incroci ed interazioni..
C’è chi dice che gli Sms sono definitivamente morti grazie ai cinguettii di strumenti come Twitter, altri invece rimangono scettici; Tony ha recentemente segnalato un primo stato della Twittersphera italiana che ha delineato gli account più utilizzati, quelli con più amici e followers, la media degli aggiornamenti e delle attività negli altri Paesi.
Se è vero che sono nati nuovi servizi come Truemors e Frazr, il primo creato per fornire alert ed informazioni su “rumors” (voci di corridoio), il secondo invece un clone europeo dello stesso Twitter, significa che un certo successo di consensi uno strumento come Twitter lo sta avendo. Non solo per i voyeur: promuovere il proprio blog, sito web, web-tv o un’attività personale quale una campagna elettorale come ha fatto Diego Cammarata sono solo alcuni degli intelligenti utilizzi di questo mezzo, dell’uso dei mini-post (o micro-blogging).
Stiamo veramente passando dalla Blogosphera alla Twittersphera?

By | 2007-05-17T11:28:39+00:00 May 17th, 2007|Voice over Net, Web 2.0|6 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

6 Comments

  1. Il meglio della settimana - 28 | Napolux.com 20 May 2007 at 10:54 - Reply

    […] Ieri mi sono goduto la finale scudetto del campionato italiano di Rugby. Esperienza interessante: 30 ragazzoni che si pestano come fabbri fino ai tempi supplementari, tifo caldo ma non esasperato, neanche una canna in curva (almeno dove ero seduto io). Questo sì che è sport, questa si che è gioia StartDrawing I numeri della pornografia su Internet Vendemol Blublog preso per Amadeus Mappa della Twittersfera italiana amadeus, blublog, endemol, Il meglio della settimana, rugby, startdrawing, twitter. […]

  2. Paolo 22 May 2007 at 13:40 - Reply

    Sarò forse uno dei pochi, ma trovo Twitter davvero di scarsa utilità se non addirittura inutile. A me interessa davvero poco sapere cosa gli altri stanno facendo durante la giornata. Infatti non mi sono mai iscritto a questo servizio. Forse può essere uno strumento di promozione, è vero…ma per il resto sono molto scettico.

  3. […] Mentre Pronto – una sorta di nostrano Kelkoo per intenderci per comparare i prezzi – lancia un social shopper tutto suo, il leader del mercato Kaboodle viene acquistato per 30 millioni di dollari da Hearst Corp: stavolta Google è restato a guardare. Certo, si può essere scettici riguardo la possibilità che queste startup riescano a convertire gli investimenti producendo un mercato maturo e robusto che generi advertising e leads con gli altri e-commerce. Mi è infatti ancora non molto chiaro il modello di business che vi è alla base di questi “social shopping”. Ed i concorrenti cosa fanno? Thisnext ad esempio ha lanciato This World, un mashup che utilizzando le mappe di Google mostra le attività di chi fa shopping online e guarda un prodotto: “un visitatore collegato a Singapore sta sfogliando le pagine di un orologio a sveglia”. Un ultimo spunto sul social shopping semplificato mi è giunto poi da Twitter, mezzo ben più diretto forse che un social networking: pensavo ad esempio alla filosofia di eDreams che ha aperto un account nel quale segnala viaggi ai suoi utenti. Ieri ad esempio nella Twittersphera italiana si discuteva della convenienza dell’acquisto di un Mac Mini: non è la prima volta che ci si scambia consigli, opinioni, help urgenti. Forse può essere questa la frontiera dell’e-commerce. Tags: e commerce, kaboodle, ny times, passaparola, pronto, read and write, social shopping, techcrunch, this world, thisnext, twitter, twittersphera, twittersphera italiana, Voice over Net Web 2.0Technorati:  e commerce, kaboodle, ny times, passaparola, pronto, read and write, social shopping, techcrunch, this world, thisnext, twitter, twittersphera, twittersphera italiana, Voice over Net, Web 2.0Share and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  4. […] A voi decidere se seguire la cosa e firmare: i punti proposti ovviamente sono a mio avviso da condividere comunque, a prescindere dalle iniziative di Grillo. C’è in giro questa convinzione che Grillo non sia simpatico a tutti quelli che scrivono un blog, secondo alcuni ad esempio perchè primo in Blogbabel. Avere chiusure mentali in base all’invidia è un po da sciocchi, secondo me. Ho chiesto dunque a parte della Twittersphera cosa ne pensasse del V-Day e di Beppe Grillo ed ho raccolto alcune risposte che di seguito vi elenco: […]

  5. Ahmad Sherif 7 November 2007 at 00:38 - Reply

    Hello…I Googled for endemol, but found your page about From Blogosphera to Twittersphera…and have to say thanks. nice read.

  6. […] tempo fa si discuteva del passaggio blogosfera-twittersphera. La Twittersphera del mio account è realizzata con […]

Leave A Comment