Facebook sta morendo: è pronto Diaspora, l’anti Facebook

E se Facebook facesse la fine di MySpace o ancora peggio AOL? Baekdal scrive in un post che Facebook sta morendo spiegandone alcuni motivi tra i quali l’alto numero di utenti, il tipo di caratteristiche e la rigidità delle cose che puoi fare, la privacy che metterà sempre più a dura prova la fiducia in Facebook.

E dalle pagine di ReadWriteWeb spunta Diaspora, un social network open source al quale stanno lavorando quattro giovani ragazzi che si propone come un’alternativa aperta e libera rispetto a Facebook.

Dalle pettinature sembra che già qualcuno di loro giochi a fare il Jack Dorsey del futuro ma chissà che tra qualche anno non ci si sposterà tutti su Diaspora. Forse è questo il destino dei social network: nascere e poi un po’ morire lentamente non appena c’è una nuova stalla. Gli utenti sono una mandria di pecoroni? Quanto, come e se questa transumanza avverrà sarà autonomamente?

[UPDATE]

– Anche il New York Times parla di Diaspora.

One thought on “Facebook sta morendo: è pronto Diaspora, l’anti Facebook

  1. Saranno pure pecoroni ma sono soprattutto pigri. A meno che fb non diventi una stalla a pagamento (unica ragione per la transumanza di massa) difficilmente cambieranno abbeveratoio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.