Come guadagnare con YouTube usando la demenza

Come guadagnare con YouTube usando la demenza

E’ più facile utilizzare i luoghi comuni su Internet che in un altro media? YouTube sta diventando il MySpace del 2010? E’ la community che fa un contenuto o il contrario? L’introduzione della pubblicità su YouTube ha abbassato il livello dei video?
Se YouTube racconta la storia e la storia siamo noi allora la nostra società è spacciata?

Ogni giorno su YouTube ci sono tanti ragazzi che si danno da fare girando e montando video al fine di realizzare filmati divertenti: alcuni, come Willwoosh, sono diventate vere e proprie star del Web tanto da finire sul grande schermo.

Dai un’occhiata ai video presenti in YouTube Charts: spiegare fenomeni del web come “Gemmadelsud” come fa il video sopra è abbastanza deprimente ma vale la pena ricordare che questa generazione, alla ricerca di notorietà e soldi attraverso gli annunci pubblicitari di YouTube, popola il grande fratello della Rete ed ha due matrone.
La prima è la televisione il cui vuoto culturale sta spingendo molti verso Internet e i canali satellitari ma che ha alla base la consapevolezza nella scelta di cosa guardare, l’altra l’esercito del like che abita in molti luoghi digitali e che ha fagocitato tutti i difetti di Facebook.

YouTube è ad una svolta: con Google Tv verrà raggiunta anche la massa e sarà frequente usare il cellulare e lo smartphone come telecomando di YouTube. Molti vorranno guardare ma aumenteranno quelli che vorranno partecipare attivamente e bucare Internet invece che lo schermo: questa volta non per fare i lamer ma per diventare famosi.

By | 2013-06-22T12:27:48+00:00 August 24th, 2010|Video|5 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 Comments

  1. soloparolesparse 25 August 2010 at 09:32 - Reply

    Mi sembra che nel video la conclusione sia un po’ campata in aria.
    Dubito fortemente che chi guarda i video di GDS (o simili) abbia alcun interesse a cliccare sui link di adsense che li accompagnano.
    Se la percentuale è già minima (2/100) su una pagina in cui si parla di argomenti cui l’utente è arrivato con una ricerca, ipotizzo che in questi casi sia ancora decisamente più bassa…

    • Dario Salvelli 25 August 2010 at 10:25 - Reply

      I calcoli nel video sono ovviamente approssimativi però sarebbe interessante sapere se questi canali monetizzano o meno perchè attraggono comunque advertising.

  2. Giorgio Marandola 25 August 2010 at 11:08 - Reply

    Ciao Dario, il video purtroppo rivela una verità agghiacciante, ciò vuol dire che il web è pieno di minchioni.
    Pensa che con un mio amico stavamo pensando di mettere su un blog ch etrattasse solo ste minchiate.
    Purtroppo però non è vera la conclusione “economica” perchè gemmadelsud, quella povera demente assurda, non è partner di YouTube, quindi non ha adsense visualizzati che le procurano guadagni, è talmente idiota che non ha attivato il tutto. YouTube sicuramente l’avrà contattata, appena vee buoni andamenti ti manda una bella mail.

    • Dario Salvelli 25 August 2010 at 11:11 - Reply

      Ciao Giorgio! Grazie per il commento! Ci sono già blog che fanno queste cose…su Gemmadelsud non mi esprimo ma hai ragione. ;)

  3. Luigi 13 November 2010 at 14:40 - Reply

    Secondo me x quanto ne sò fin qui (stò iniziando ad informarmi adesso sull’argomento) non basta solamente far video deficienti, voglio dire, una persona che strilla come questa Gemmadelsud a che publicità la ricolleghi? (benchè sia collegato alla descrizione che inserisci).
    Adesso le hanno pure chiuso l’account x gravi violazioni…

    Quello che intendo dire è che Adsense non è un sistema che ti permette un concreto guadagno a differenza di quanto venga considerato da Google (che è anche proprietario di YouTube), quindi dovresti avere milioni di visite x realizzare cifre interessanti trattandosi di pochi centesimi x clic, ma in caso di milioni di visite credo che la pubblicità sui video non sarebbero certo quella di Adsense ma bensì veri spot come si vedono comparire in certi casi prima del video, ed allora quelli si che sono i soldi che guadagni grazie a YouTube!

    Inoltre il fatto di non potersi candidare perchè residenti in italia non credo lo si possa semplicemente aggirare indicando che abiti in un paese tra quelli considerati “buoni” salvo che non siano loro a cercarti, ma su questo non sono sicuro.

    Spero possiate vedermi su YouTube, ma che prima di me compaia un gran bello spot! ;)

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.