We think, therefore we are

We think, therefore we are

Ho poco tempo per il blog in questo periodo. Tra le letture che mi sono capitate ho trovato di grande interesse questo articolo del Guardian sulla potenza e l’efficacia della collaborazione online tra le persone. E’ fantastico come l’unione di intelligenza, creatività, faccia in questo caso davvero la forza; anche nel caso di servizi web e mmorpg.

Abbiamo gli esempi sotto gli occhi: l’enciclopedia Wikipedia e l’Encyclopedia of Life, la grande comunità di Linux (quanti server girano su Linux ed usano Apache?), il notissimo gioco World of Warcraft, Second Life.

La cultura “partecipativa” della Rete ha rivoluzionato la logica tradizionale proiettando il principio cartesiano “cogito ergo sum” (penso dunque esisto) in quello sociale “we think therefore we are“: noi pensiamo dunque esistiamo.

[UPDATE 12:32]

– Mi sono accorto solo ora che ne parlava una settimana fa anche Giuseppe Granieri.

By | 2011-10-14T16:08:32+00:00 March 18th, 2008|Voice over Net|0 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.