Un osservatore attento che se ne va

Non lo conoscevo Franco Carlini ma ho sempre apprezzato le sue acute osservazioni sparse tra chipandsalsa, Vision e L’Espresso.
I suoi colleghi di Vision lo ricordano così mentre altri sono attoniti.
Ricordo che inviai a Carlini una email nella quale gli allegavo qualche mio articolo: volevo collaborare con Vision perchè credo in quel periodo cercassero nuove idee e persone. Peccato non mi abbia mai risposto, forse ho solo sbagliato l’indirizzo email al quale scrivere.

[UPDATE] Da segnalare: bel post di Massimo. Credo sia bello ricordarlo con un estratto del suo purtroppo ultimo articolo (l’ultimo uscito sul Corriere è questo) uscito oggi sul Manifesto a pagina 10 nella sua rubrica Chip & Salsa. Eccolo:

Con la mail sempre al seguito

I nuovi servizi di comunicazione «piegati» dall’uso sociale in perenne mutazione
Sempre più «colossi» industriali (Google, Yahoo!, Hotmail, ecc) propongono schermate uniche che veicolano la possibilità di usare canali differenti (sms, mail, instant messaging)
Franco Carlini

Qualche giornalista in cerca di titoli ad effetto scrisse il mese scorso che la posta elettronica era morta, o che comunque stava morendo. Il titolo ad effetto rientrava nella genere letterario ben noto della «fine del». Quasi che ogni volta si senta il bisogno di decretare il decesso di un fenomeno sociale, tecnologico o culturale per capire il nuovo, che indubbiamente c’è, ma che quasi mai elimina il precedente; piuttosto obbligherà a ripensare se stessi, in un ambiente diverso e più incerto. Dunque l’e-mail, dopo oltre 35 anni di onorato servizio (il primo messaggio via internet viene di solito fatto…

[UPDATE] Altro bel ricordo quello di Bernardo Parrella. Ho scoperto che Carlini collaborava anche con Radio 3 Scienza: trovate la sua voce in qualche puntata nell’archivio.

By | 2013-01-18T20:42:11+00:00 August 30th, 2007|Voice over Net|4 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

4 Comments

  1. markingegno 30 August 2007 at 13:58

    Apprendo qui la notizia.
    Sebbene avessimo spesso opinioni discrepanti, soprattutto in merito all’utilita’ dei blog, e’ indubbio che fosse una persona preparata e capace di indurre alla riflessione e all’analisi.
    Mi spiace che non ci sia piu’.

  2. […] La morte di Carlini mi ha fatto poi pensare anche ad una cosa (futile rispetto alla vicenda per carità) angosciante per certi versi: che fine fa il blog dell’autore se questi muore? Rimangono i contenuti direte: verissimo. E se volessi affidare – quasi in un testamento virtuale ed ideologico – anche la cura del mio blog personale ? Non che ci stia pensando (faccio i debiti scongiuri,sorry) ma Daniele magari può schiarirmi le idee. Ciò che scriviamo, le nostre passioni, fanno parte di noi e rimangono (come i ricordi) nella memoria di chi resta, anche sottoforma di bit: ad esempio il blog di Claudio Rinaldi si riempì di commenti riguardo un post nonostante la sua dipartita. Di certo non auspico death-blog ed annunci di morte come la vicenda di Milani che forse alcuni di voi ricorderanno; e per cortesia ora non create il meme del blog-testamento virtuale. Tags: blog dopo la morte, blogging, claudio rinaldi, community, death blog, directory, dmoz, franco carlini, giorgio tave, In my mind, Pamphlet, seo, testamento blog Voice over NetTechnorati:  blog dopo la morte, blogging, claudio rinaldi, community, death blog, directory, dmoz, franco carlini, giorgio tave, In my mind, Pamphlet, seo, testamento blog, Voice over NetShare and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  3. bernardo parrella 31 August 2007 at 19:38

    grazie per il pingback, dario, e soprattutto per condividere il tuo ricordo di/su franco — e’ davvero importante creare queste continua comunanze virtuali, anche per chi, come me purtroppo, non puo’ essere li’ ora ad abbracciare tutti, a piangere e continuare insieme in real life

    piu’ che indirizzo sbagliato, e’ probabile la tua email sia finita nell’ingolfatoio…ma ci saranno sicuramente altre occasioni per collaborare in futuro, in nome di e grazie a franco

    grazie ancora,

    –b.

  4. Dario Salvelli 31 August 2007 at 20:07

    @Bernardo: Ne sono convito anch’io avrei avuto piacere nello scambiare idee e discutere con Franco. Grazie a te per il post e per essere passato da qui.

Comments are closed.