Tutti contro skype: parte Parlacom

Tutti contro skype: parte Parlacom

Secondo gli esperti Skype è un mondo chiuso, basato su protocolli proprietari, e quindi una tecnologia distruttiva che vorrebbe mangiare tutta la torta del VoIP mondiale; specialmente dopo l’ingresso in eBay è diventato estensione di una delle multinazionali più potenti sul net. Senza contare gli allarmi lanciati da ricercatori come l’americano Dennis Bergstrom, il quale ha scoperto che Skype si permette di fare, sul computer degli utenti, operazioni invisibili.
Intanto l’Italia si attrezza: il primo dicembre nasce infatti Parlacom il software antiskype di Parla.it già noto provider VoIP per la casa (di cui ho già parlato). E’ simile a Skype: è un Im con VoIP integrato e supporta le video chiamate e nel 2006 dovrebbero esser abilitati anche gli SMS.I prezzi fanno concorrenza: 1,8 cent al minuto verso rete fissa nazionale, Europa Occidentale e Nord America,18 cent al minuto verso i cellulari,il tutto Iva inclusa e senza scatto alla risposta.

By | 2013-07-11T19:46:13+00:00 December 1st, 2005|Voice over Net|3 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

3 Comments

  1. ava 11 January 2006 at 17:13 - Reply

    Molto bello! Grazie per la segnalazione. Il software è semplice, l’audio buono e le tariffe molto basse: cosa chiedere di più?
    Inoltre è molto più sicuro di Skype perchè non si basa sulle reti P2P

  2. Dario Salvelli 11 January 2006 at 23:58 - Reply

    Devo esser sincero: l’ho installato quando scrissi questo post,poi per vari motivi non l’ho piu’ usato e l’ho anche disinstallato,ma se ti trovi bene e le tariffe son piu’ basse di Skyp ed è piu’ sicuro allora ancora meglio !

  3. Come avere la bolletta Telecom: “Attenzione,non c’è niente da pagare” « Dario Salvelli’s Blog 18 November 2006 at 12:19 - Reply

    […] Il titolo vi fa sobbalzare dalla sedia ? Perchè mai. Ringrazio Stefano Quintarelli per l’invio dell’immagine sopra: è la sua bolletta Telecom. Come ha fatto ? Semplice: usa Squillo.it, provider italiano che fu lanciato nel 2004 ((al quale ricordo benissimo di essermi iscritto per testarlo al tempo della sua uscita) come divisione di NGI (che fornisce l’Adsl), e la Number Portability sul VoIP, il che vuol dire trasferirsi (non necessariamente) dall’attuale gestore di telefonia a quello che offre il servizio VoIP, mantenendo lo stesso numero di telefono. Infatti questa opzione è possibile con tutte le Adsl, tranne che con quella di Telecom Italia (per intenderci Alice): questo perchè c’è un un legame diretto tra il numero telefonico e l’Adsl di Alice, poichè è obbligatorio nel contratto di Alice possedere una linea telefonica tradizionale. A mio avviso questa diventa una restrizione pesante per favorire la concorrenza ma soprattutto lo sviluppo delle telco in Italia e non favorisce l’innovazione tecnologica: ci sono già provider che offrono Adsl, Voip, Router con access point e magari Cordless VoIP o quant’altro per chi ama le comodità in un unica soluzione. Quante volte ho scritto ad esempio di Parla o dei tantissimi software VoIP recensiti sul blog ? Credo sia arrivato il momento per gli utenti di guardarsi attorno, informarsi ed iniziare a scegliere le offerte migliori a seconda delle proprie esigenze, sempre che il digital divide e la cultura digitale lo permetta. […]

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.