L’odissea degli account di Google è finita