Le Web Paris: still alive!

Le Web Paris: still alive!

Sono ancora vivo, nonostante il freddo di Parigi e la noia (almeno per me) della maggior parte degli interventi (anche se in ognuno c’è qualcosa di interessante che magari non conoscevi). Quanta gente, forse ci sono più videocamere che persone qui (è sempre così quando ci sono i blogger di mezzo). Neve, freddo e pinguini: dò ragione all’articolo di Paul Carr sul Guardian.
Love is in the air” sembra quasi essere la colonna sonora di Le Web ’08 ma l’atmosfera è fredda e distaccata: a volte il pubblico sembra assente, quasi ognuno preso a fare i fatti suoi davanti ai notebook o in giro per le stanze a fare public relations. Ecco, Le Web forse si è trasformato (è stato sempre così?) in un meeting di LinkedIN.

Devo dire che lo speech più interessante finora è stato quello di Weinberger mentre il direttore d’orchestra Itay Talgam ha tenuto un intervento divertente e curioso tanto che ha coinvolto davvero tutti. La connessione wifi nella sala plenaria (quella più grande) è pessima, direi molto “1.0”! Rimpiango eventuali tramezzini: la pausa pranzo è stata in questi giorni ben scarsa e monotona (ho sentito diverse persone lamentarsi rispetto allo scorso anno). Gapingvoid si è offerto nel disegnare piccole strips a tutti i presenti che passavano per la sua postazione: nel prossimo post vedrete anche la mia!

Per quanto riguarda i contenuti ho fatto foto, video, nessuna intervista (non sono riuscito a sdoppiarmi in due) ed alcuni post che puoi già leggere su Downloadblog. Nei prossimi giorni/ore ce ne saranno degli altri. Stay tuned!

By | 2008-12-10T17:59:10+00:00 December 10th, 2008|Varie|5 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 Comments

  1. Napolux 10 December 2008 at 21:10 - Reply

    Ma fa così freddo lì?

  2. […] Anche dal lato dell’interesse non va meglio: Dal blog di Dario Salvelli […]

  3. Boh/ Orientalia4All 12 December 2008 at 11:42 - Reply

    insomma, nessuno pare contento di questo Les Web..

  4. gigicogo 13 December 2008 at 14:20 - Reply

    Dai che la ville lumiere vale sempre la pena, specialemnte d’inverno. Se non sei stato a Place Vendome in uno di quei ristorantini economici non ti leggo più :-)

  5. Dario Salvelli 13 December 2008 at 20:01 - Reply

    @Beh/Orientalia4All: Dipende dai punti di vista, alcune cose da salvare ci sono.

    @gigicogo: No Gigi, non sono stato proprio da nessuna parte purtroppo! No time! :(

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.