Finally Wimax in Italy ?

Finally Wimax in Italy ?

Quando ho letto la notizia, per altro via Wimaxday (newsletter), ho avuto un piacevole sollievo: sono infatti mesi che ricevo aggiornamenti da parte di tutti il mondo riguardo l’introduzione del WiMAX. Il comunicato sul sito del ministero delle Comunicazioni (a proposito, non andava migliorato?) parla chiaro: a partire da giugno 2007 verranno resi disponibili più lotti di frequenze (nella banda del WiMAX 3.4÷3.6 GHz) iniziali complessivi 35+35 MHz, da triplicare nei 5 anni successivi. Febbraio dovrebbe (meglio usare il condizionale) essere il mese nel quale verrà stabilita con maggiore precisione l’agenda di sviluppo per il WiMAX, perchè si avranno anche i risultati della consultazione pubblica dell’AgCom. L’avvio dunque della vendita delle licenze è buona cosa, ma non credo che anche stavolta ci saranno, come accaduto per l’asta relativa all’UMTS, miliardi messi a disposizione dalle telco (gli analisti dicono che saranno spesi tra i 200 e i 300 milioni d’euro, forse sono un po ottimisti): bisogna tutelare gli investimenti fatti per l’UMTS, che il WiMAX rischia di rendere obsoleto, ed è necessario per le company cambiare strategia ed affidarsi maggiormente alla ricerca. Salire sul carro della nuova tecnologia è un primo passo per innovare ma non deve stravolgere il proprio business; il rischio è quello di rincorrere inutilmente la tecnologia che avanza. Bisogna attendere i prossimi mesi, nel mentre ci atteniamo ai dati di Marzo 2006: in Italia la penetrazione del broadband era al 26.7 % con dunque 7.4 milioni di connessioni, il WiMAX riuscirà ad abbattere il digital-divide ?

By | 2011-06-06T18:05:25+00:00 January 3rd, 2007|Voice over Net|2 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 Comments

  1. […] Più realistico che ironico: Telecom Italia ha comunicato la sua riorganizzazione in quattro unità business, smentendo così per ora le voci sulle dimissioni dell’AD Ruggiero e la vendita di Tim Brasil (il cui valore (.PDF file) si ferma a circa 7 miliardi di euro). Febbraio sarà davvero un mese decisivo perchè oltre le decisioni sul WiMAX si capirà bene il quale sarà il nuovo assetto di TI, che si dividerà in tre sezioni dedicati ad altrettanti servizi (rete, telefonia fissa e mobile) ed una quarta rivolta ai grandi clienti aziendali (quindi anche la PA) ed ai servizi ICT (penso ai servizi in banda larga). Cosa ne penseranno gli esperti di questa nuova organizzazione ? Tags: Mobile, telecom italia telecom italia businessTechnorati:   Mobile, telecom italia, telecom italia businessShare and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  2. […] Il WiMAX, tecnologia di cui si parla molto ultimamente, pare sbarcherà entro giugno in Italia con i bandi di gara per l’assegnazione delle licenze per le frequenze: stando a quanto ha affermato il ministro Gentiloni qualche giorno fa. Che bello, finalmente potremo abbattere in maniera massiccia il digital-divide che accanisce il nostro Paese: ma cos’è il WiMAX ? C’è infatti un altro divario da eliminare, quello relativo all’ignoranza: non tutti conoscono bene il WiMAX. Primo passo: la voce presente su Wikipedia ci dice che il WiMAX (Worldwide Interoperability for Microwave Access) è uno standard che si riferisce alla famiglia IEEE 802.16, sigla che indica un gruppo di tecniche di trasmissione dati senza fili (quindi wireless) a banda larga. Il WiMAX è dunque un complemento del tanto gettonato Wi-Fi. Secondo passo: Michele Favara Pedarsi scrive un articolo su Punto Informatico da leggere, non solo perchè chiarisce con termini semplici (non è facile) le caratteristiche tecniche del WiMAX ma anche perchè sottolinea la necessità di prestare attenzione a ciò che il Governo e le telco intendono fare. E’ interessante poi questo Pdf del Wimax Forum, con alcune Faq: chiamo in causa anche Stefano per aiutarmi nel contribuire a chiarire meglio di cosa stiamo parlando. Terzo Passo: hai altre risorse da suggerire ? Linkale pure nei commenti, riunirò in questo post con un UPDATE tutto ciò che può aiutarci a definire e snocciolare gli aspetti, soprattutto tecnici, del WiMAX. Mi sembra doveroso, può essere un occasione affinchè anche la politica non sbagli ad affrontare questo “salto” tecnologico. […]

Leave A Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.