Da oggi niente più costi di Ricarica: è solo l’inizio della lotta con le Telco

A quanti di voi è arrivato oggi l’SMS con scritto: “Da oggi ai sensi del DL Bersani aboliamo i costi di Ricarica“. Nulla di sorprendente, il DL Bersani è finalmente applicato dalle Telco: con buona pace di tutto il movimento che ha sostenuto la petizione fin dall’inizio, a partire da questo blog. Mentre molti festeggiano considerandola una vittoria le Telco hanno già lanciato diversi piani tariffari e prevedono ovviamente di cercare un ritorno delle entrate perse.
La lotta dunque non è finita: è partita infatti un’altra petizione, questa volta nei confronti dello scatto alla risposta.
Anche in questo caso si fa appello al “caso Italiano” come unico, in quanto sembra che in Europa non venga applicato dalle altre Telecom lo scatto alla risposta ma venga addebitato soltanto il costo della chiamata.
Lo scenario rimane comunque quello di un AgCom dormiente e di tante associazioni dei consumatori sul piede di guerra. Chi la spunterà ? In attesa che la querelle venga risolta non resta che affidarci al VoIP: accidenti dimenticavo, anche quello ora è dotato di scatto alla risposta.

Link: Petizione per abolire lo scatto alla risposta di Stefano Di Marco

[UPDATE, March 9] Stefano scrive un ottimo post segnalando le dichiarazioni di Calabrò sullo scatto alla risposta.

By | 2011-06-06T18:07:57+00:00 March 5th, 2007|Voice over Net, VoIP|10 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

10 Comments

  1. abel 6 March 2007 at 00:24 - Reply

    Dai la prima grande conquista è fatta..ora sotto con la seconda….

  2. Stefano Quintarelli 6 March 2007 at 09:43 - Reply

    io ho fatto nel 2005 la number portability verso un servizio VoIP (credo fosse la prima in Italia)

    mo’ uso squillo.it del mio amico Luca Spada; costi al secondo (non al minuto, se parli 1 secondo paghi 1/60esimo della tariffa minutaria) e 0 scatto alla risposta.

    unico neo, come sempre l’affidabilità della ADSL su cui si poggia. metto in conto 3-4 giorni/anno di malfunzionamenti.

  3. Dario Salvelli 6 March 2007 at 10:33 - Reply

    @abel: E’ importante far conoscere lo stato di cose a tutti.

    @Stefano Quintarelli: Me ne avevi già parlato Stefano e ti dissi che era a mio avviso davvero interessante,dovrebbero prenderla in considerazione tutti. Il problema come già ti dissi è che molte Adsl sono di Telecom e sono strettamente legate al numero. Comunque ne parlai qui:

    https://www.dariosalvelli.com/2006/11/come-avere-la-bolletta-telecom-attenzionenon-ce-niente-da-pagare

  4. senzastile 6 March 2007 at 15:08 - Reply

    Non sapevo di questa petizione, e non sapevo che lo scatto alla risposta era un dazio solo italiano!

  5. Napolux 6 March 2007 at 22:15 - Reply

    Nemmeno io sapevo che lo scatto alla risposta fosse solo “italiano”…

  6. Dario Salvelli 7 March 2007 at 11:14 - Reply

    @senzastile e Napolux: Devo esservi sincero, neanche io, ma ad una prima occhiata pare sia così. Comunque mi informerò certamente meglio !

  7. […] Mentre si discute sull’entrata di COOP e probabili operatori virtuali nel mercato Italiano della telefonia mobile e le telco si danno da fare con i piani tariffari e gli scatti alla risposta, i rumors su un probabile telefono realizzato da Google aumentano. Questo post di Simeon Simeonov cerca di collegare le partnership e le eventuali acquisizioni di Google con aziende come Samsung, Orange: la strategia di Google sarebbe quella di realizzare più che un cellullare un sistema operativo per dispositivi mobili che non sia chiuso come OS. Se sono mesi che si sentono notizie in questa direzione probabilmente qualche fondamento di verità c’è: staremo a vedere. Tags: google, google mobile, google os, google phone, gphone, In my mind, Mobile Voice over NetTechnorati:   google, google mobile, google os, google phone, gphone, In my mind, Mobile, Voice over NetShare and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  8. Anonymus 9 March 2007 at 15:26 - Reply

    La tua affermazione sull’Agcom dormiente è abbastanza gratuita e merita migliori approfondimenti.
    Ultimamente il dott. Calabrò in un’intervista a TG2 dieci minuti ha dimostrato proprio il contrario di quello che asserisce.
    pertantola prego di documentarsi in modo più dettagliato e approfondito prima di scrivere dichiarazioni che veramente lasciano il tempo che trovano e creano sfiducia e diffidenza presso i suoi lettori.

  9. Dario Salvelli 9 March 2007 at 16:51 - Reply

    @Anonymus: Se legge altri post nota che diverse volte ho pregato,anzi sperato in un rinnovamento dell’Agcom teso a portare maggiore apertura ed operatività.
    Rimanendo sulla questione legata ai Costi di Ricarica: c’era bisogno della Petizione di un solerte utente per risolvere il problema ? Non credo: in tal senso ho utilizzato l’aggettivo dormiente. Ci sono poi tante altre occasioni in cui Agcom si è dimostrata non precisa: per questo consiglio la lettura del blog di Stefano Quintarelli (blog.quintarelli.it).

  10. Pax 19 March 2007 at 16:16 - Reply

    Il costo di ricarica non c’è più ma la tariffa? a Me è arrivato un messaggio da Wind che categoricamente mi informa che da maggio il mio nuovo piano telefonico è wind 12 invece di wind 10 e con lo scatto alla risposta di ben 16 cent.
    è possibile che siano così prepotenti?

    Tam tam su tutti i blog per contrastare il rialzo delle tariffe!!

Leave A Comment