Bye Bye Microsoft Office

offline-access.jpg

L’immagine di Google Docs in versione offline (te ne accorgi dagli oggetti che non puoi cliccare) realizzata da Blogoscoped

Ancora non è possibile usare Google Docs in modalità offline (ovvero senza essere connessi ad Internet) ma a quanto racconta Blogoscoped sembra che al più presto sarà possibile usando Google Gears. Iniziate a salutare tutti gli strumenti office che sono installati sul vostro PC, anche se Google deve ancora migliorare un po di cose nel suo pacchetto docs & spreadsheets.

L’unico dubbio che mi viene è quello relativo alla gestione dei documenti offline nel caso di condivisione con altri: se stiamo scrivendo sullo stesso documento io e te, a chi di noi due viene data la precedenza nell’ordine di modifica del documento? Al primo che si connette online?

By | 2008-01-29T12:29:30+00:00 January 29th, 2008|Voice over Net, Web 2.0|5 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

5 Comments

  1. manfrys 29 January 2008 at 12:33 - Reply

    li ho abbandonati già da tempo!

  2. ...Lord Zarcon 29 January 2008 at 12:38 - Reply

    a breve anche io…

  3. sonounprecario 29 January 2008 at 12:41 - Reply

    …Ma soprattutto…parliamo di privacy.
    Sappiamo quanto google sia “invasiva”. Vi fidereste tranquillamente a salvare documenti importanti e lasciarli sul loro server?

  4. Lore 29 January 2008 at 12:42 - Reply

    Eh, ce ne vuole per abbandonare le suite lato desktop (specialmente per le presentazioni)… GDocs ha il grande punto forza della collaborazione condivisa tra utenti, ma in quanto a funzioni e velocità deve migliorare. :)

    Io comunque avrei preferito un’integrazione GDocs+OpenOffice (della serie “non ci accontentiamo mai”). :P

  5. Enrico Bianchessi 29 January 2008 at 12:50 - Reply

    Io ho buttato nel cestino Office e sono passato a Open Office ormai da più di un anno, scambio quotidianamente con i clienti documenti di vario genere e se ne è accorto uno il mese scorso perchè per sbaglio gli ho mandato il formato .odt anzichè .doc, altrimenti non l’avrebbe mai scoperto…

Leave A Comment