10 anni di contratto con gli italiani

10 anni di contratto con gli italiani

Oggi sono 10 anni dalla firma del contratto con gli italiani che Silvio Berlusconi firmò in diretta tv. Quell’1 milione e mezzo di nuovi posti di lavoro resta ancora una chimera e sono passati quei 4-5 anni e la candidatura di Berlusconi è stata ripresentata anzi l’imprenditore più famoso d’Italia ha avuto tutto il tempo possibile per governare.

Mi viene il dubbio che Berlusconi non rispetti i contratti che firma con le sue aziende o che si fermi a metà: in quell’elenco di cose da fare e di promesse quante ne ha realizzate? Leggere del poliziotto di quartiere dopo l’invenzione delle ronde, l’uso dell’esercito ovunque e i tagli a molti corpi dello Stato a posteriori sembra molto triste.

E però quando si stipula un contratto bisogna essere in due: cos’hanno fatto e dov’erano e dove sono ora gli italiani? Troppo servi della politica, troppo piegati al comodo pensare che alla fine ci pensa chi governa a sistemare i mali di questo Paese e mettere tutto in ordine. Non è così e non sarà mai così: ce ne siamo convinti o abbiamo bisogno di altri contratti da firmare per continuare a sperare?

[UPDATE]

– A conferma di quanto dicevo basti questo articolo sulla chiusura del commissariato online.

By | 2011-05-16T17:54:34+00:00 May 12th, 2011|Politica|0 Comments

About the Author:

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

Leave A Comment