La Casa Bianca lancia Townhall: chiedilo ad Obama

La Casa Bianca in partnership con Twitter ha lanciato Townhall: gli utenti inviano le domande via Twitter usando l’hashtag #AskObama e il Presidente degli Stati Uniti risponde in diretta collegandosi a Twitter con il suo Mac in attesa dei messaggi.
Qui ci dividiamo tra pizzini hard e l’incapacità di navigare su Internet: è proprio un altro mondo rispetto a noi, eh?

ObamaCare

105 Billion Dollar ObamaCare Secret from RightChange on Vimeo.

Secondo questo video di RightChange, associazione no-profit (non so chi c’è dietro), Barack Obama sta spendendo 105 miliardi di dollari non per fare riforme ma ingrassare la burocrazia, creare nuove agenzie, proteggere interessi speciali, eccecc. Insomma Obama sta aumentando il debito pubblico degli Usa e spendendo soldi a manetta senza chiedere l’approvazione del Congresso.

Non sono abbastanza informato sulla situazione americana ma sarebbe assurdo avere un tale atteggiamento considerato il periodo di crisi che stiamo vivendo. Chissà cosa ne pensa Camillo che già vede Obama vincere di nuovo nel 2012 se ci saranno gli attuali aspiranti candidati.

Pizza, mandolino e Jersey Shore: così ci vedono gli americani

Un video segnalato da Emil Abirascid realizzato dall’Istituto Italiano di New York che intervista alcuni americani: la domanda è “cosa vi viene in mente quando pensate alla cultura italiana?”

Secondo te cosa hanno risposto? Leonardo, Michelangelo, Rubbia? No: pizza, mandolino e Jersey Shore, una serie televisiva prodotta da MTV i cui personaggi sono degli italoamericani “truzzi, coatti, narcisi, abbronzati, bellocci e decisamente pop”.

Urge una campagnia di PR ma soprattutto un rovistare tra la cultura italiana diventata low cost per capire cosa funziona e cosa no. Come disse Fabrizio Gifuni: “L’arte e la cultura sono sprofondati da tempo nel tempo libero così come la scuola, lo studio, la formazione e la ricerca scientifica. L’arte e la cultura non sono tempo libero“.