Italia.it: non aprite quel portale

Grazie a Enrico Ferrero per la segnalazione e la scansione scopro che oggi Sergio Rizzo dalle pagine del Corriere Economia analizza la situazione del portale Italia.it e si chiede cosa farà il nuovo ministro del turismo Piero Gnudi.

Il pezzo non dice nulla che non sappiamo già, riassume frettolosamente la vicenda (e anche Rizzo se ne esce con quel “popolo del web”) e poi scade sulle classiche vicende di favori personali e vacanze pagate (magari ad insaputa) per finire col chiedersi cosa farà Gnudi.
A dire la verità ce lo chiedevamo da un po’ di tempo in molti, basti pensare la lettera pubblica di Roberta Milano che forse non è arrivata ai giornali, in tv ed al nuovo ministro del turismo.

Bisogna sperare davvero che l’ENIT risolva tutto? Sono un po’ scettico, chissà di tutto ciò Magic Italy cosa ne pensa (credo male, molto male).

A che punto è Italia.it?

Sto tornando in treno da BTO: è stata una conferenza davvero interessante, chi si lamenta o sostiene che in Italia non ci siano e non si possano fare eventi sull’innovazione come Leweb sbaglia.

Tra i tanti panel che ho avuto modo di seguire c’è stato quello riguardo Innovatori Jam 2011 dove si è parlato anche di Innovazione e Pubblica amministrazione nel turismo con il dottor Edoardo Colombo, uno dei responsabili del portalone Italia.it. Quanta acqua è passata da Ritalia e dal Ritaliacamp: è cambiato qualcosa?

Secondo Magic Italy, Edoardo Colombo è uno dei 5 project managers di Italia.it. Non ho capito se nel cambio istituzionale ha ancora un ruolo.

Ad ogni modo: potevo mai farmi scappare l’occasione per fargli qualche domanda?

Avevo letto qualche giorno fa un articolo di Daniele Martini uscito il 25 Novembre su Il Fatto Quotidiano che parlava della realizzazione dei contenuti online di Italia.it e di alcuni presunti sperperi perpetuati dalla Brambilla sulla costituzione di un giornale online.
Non volendo passare per un inutile polemico ho anche anticipato sul blog di Roberta Milano e via Twitter in DM al dottor @edocolombo che mi aveva appena fatto follow che avrei posto qualche domanda. Continue reading