Regole del Blog

Regole del Blog 2015-03-29T13:56:12+00:00

Regole del sito – Website Rules

Questo blog mi serve come diario per appuntare le mie idee e per studiare imparando dagli altri: scrivo ciò che mi interessa e se a volte lo faccio con tono “critico” non è mai per polemica o per sputare sul lavoro degli altri (che non sai mai in che condizioni e come lavorano) ma per ricevere da tutti commenti e feedback sperando siano utili e costruttivi.
E’ il motivo principale per il quale ho aperto questo blog nel lontano 2002 in lingua inglese e poi in bilingua.

In questo spazio che è mio e solo mio presto attenzione alla privacy di chi arriva a leggermi e scrivo come e quando mi pare, in italiano, inglese, ostrogoto, con accenti, virgole e punti sbagliati, cercando di essere sempre coerente e comunque rispettoso nei confronti di chi legge. Non c’è alcuna pretesa giornalistica, è “soltanto” un blog personale. Se invece vuoi leggere i miei articoli guarda dove scrivo.

Tenere aggiornato questo blog costa comunque del tempo dunque se ti piacciono i contenuti e vuoi che continui a scrivere puoi FARE UNA DONAZIONE.

Il blog Dariosalvelli.com non rappresenta quindi una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita’. Non puo’ pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001.
Inoltre, secondo una recente sentenza della Cassazione i forum ed i blog non possono essere considerati alla stregua della stampa.

Copyright

– I contenuti di questo sito, dove non diversamente specificato, sono pubblicati sotto Creative Commons 3.0 BY-NC-ND. E’ obbligatorio quindi citare l’autore e la fonte con relativo link a questo blog o nel caso di contenuto specifico a parte di esso (i post).
E’ vietato l’inserimento automatico in qualsiasi tipo di aggregatore previo avviso ed accettazione mediante posta elettronica. E’ severamente vietata qualsiasi tipo di duplicazione di testo ed immagini come il copia/incolla dell’intero feed RSS.

Per qualsiasi dubbio riguardo i diritti d’autore di queste pagine o per ogni eventuale richiesta (anche di collaborazione) puoi scrivermi a: blog chiocchiola dariosalvelli punto com

Pubblicità, privacy e commenti

– La scelta di eventuali forme di advertising, come l’utilizzo di Google adsense, è dovuta al recupero dei costi di gestione del blog: per migliorare la qualità di questo modesto servizio ci vogliono infatti risorse e soprattutto tempo. La stessa scelta viene effettuata per eventuali campagne pubblicitarie presenti nel Rss Feed; inoltre in nome di una maggiore chiarezza e trasparenza (vedi etica del “Blogger Trasparente“) tutte le collaborazioni (del sito web e dell’autore) presenti verranno inserite a corredo del blog o dei posts interessati.

– Google AdSense utilizza un cookie chiamato DoubleClick DART per aggregare i dati della tua navigazione e fornire annunci mirati non alla tua persona ma alle pagine che stai visitando. Se vuoi rifiutare o bloccare questo cookie leggi la gestione dei cookie per il tuo browser come questa guida per Firefox.

I contenuti dei singoli commenti rappresentano il punto di vista dell’autore.

– I commenti non sono moderati ed aperti a tutti: quando si scrive un commento su un blog gestito attraverso WordPress il sistema rileva e conserva automaticamente i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono pubblicati i commenti. I commenti che riportano un indirizzo di posta elettronica palesemente fittizio potrebbero essere rimossi a insindacabile giudizio dell’autore del blog.

– Il proprietario di questo blog non memorizzerà o cederà a terzi i dati conservati (come IP ed email dei commenti) se non dietro precisa richiesta delle autorità competenti qualora venisse rilevato un qualunque tipo di illecito.

– Su questo blog è installato Google Analytics per tenere traccia di quante persone lo visitano.

Note Tecniche – Technical Note

Il logo è un omaggio ai 30 anni di Pacman. La gestione dei contenuti di questo sito è basata su WordPress, un sistema rilasciato sotto licenza GPL.
Le pagine sono realizzate rispettando gli standard definiti dal World Wide Web Consortium, nel caso specifico XHTML 1.0 Strict e CSS.

5 Comments

  1. […] Usate i famosi plugin per WordPress per inserire a fianco agli adsense di Google delle immagini ? Come escamotage per attirare i lettori preferite inserire immagini di belle signorine o di splendidi paesaggi a fianco agli annunci pubblicitari di Google ? Bene iniziate a toglierli, perchè siete a rischio di ban: forse non tutti se ne sono accorti ma sul blog di adsense tempo fa Google ha precisato mediante un post la sua policy indicando gli esempi da evitare. Se avete dei dubbi contattate Google o ancora meglio usate i gruppi di discussione (in EN) oltre alla guida. Navigando online inoltre ho notato un aspetto curioso leggendo alcune discussions: chi guadagna in Italia con l’advertising di Google come ad esempio gli stessi adsense, deve dichiararlo anche se non ha partita Iva ? La parola e la risposta agli esperti; se non avete reddito nè partita Iva come in questo caso allora credo tutto si complichi. Anche io utilizzo gli adsense ed i motivi sono spiegati nel Colophon. Tags: adsense partita iva, google, google adsense, In my mind, pagamenti google adsense Voice over NetTechnorati:   adsense partita iva, google, google adsense, In my mind, pagamenti google adsense, Voice over NetShare and Enjoy on – Condividi su:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages. […]

  2. Preparate le tessere che arrivo at coseinfila 13 April 2007 at 17:21 - Reply

    […] Lasciatemi ridere. Facciamo quelli-che-non-vogliono-l’ordine-dei-giornalisti, e poi tutti a dibattere sul codice dei blogger? No, scherzo. […]

  3. […] Prendila come una piccola premessa, ora veniamo al sodo. Manfrys (che a me sta simpaticissimo) quando ci vediamo mi prende sempre in giro sfottendomi “Luca Conti”; non ho mai capito bene il motivo che non deve essere per tratti somatici simili in quanto non ci assomigliamo (per fortuna di entrambi,direi). Il motivo più pare sia un altro: sembra che attraverso queste pagine abbia voluto pretendere o chiedere qualcosa a chi mi legge, come se scrivessi per averne un tornaconto e non per il grande piacere di farlo, di confrontarmi continuamente. Qualcuno ha frainteso e non ha visto di buon occhio i due post (Web 2.0 Expo NY, Web 2.0 Expo Berlin) che finora ho scritto per cercare mecenati che mi permetessero di andare alle conferenze che mi interessava seguire. Cerco di chiarire brevemente qual è la mia filosofia e la policy di questo blog già espressa nel colophon ed in questo post: ciò che leggi su questo blog è tutto quello che riguarda le cose che faccio, non c’è nessun omissis, se non ti fidi puoi andare su altri blog. Non ho mai fatto telefonate o inviato email ad aziende, amici, conoscenti per chiedere sponsorizzazioni non perchè ci sia qualcosa di male ma perchè non amo per niente farlo: l’unico strumento di comunicazione che uso in questo ambito sono i post di questo blog. Insomma se non mi cerchi tu non vengo da te perchè non sono indiscreto. Sono convinto che ci voglia anche fortuna oltre che bravura. Ad esempio recentemente mi è capitato di avere un contatto con Dada per poter andare a Le Web Paris ma soltanto a causa di una segnalazione dei miei post che Napolux ha fatto sul suo blog e via chat con questo contatto. […]

  4. […] Regole del blog […]

  5. […] Usate i famosi plugin per WordPress per inserire a fianco agli adsense di Google delle immagini ? Come escamotage per attirare i lettori preferite inserire immagini di belle signorine o di splendidi paesaggi a fianco agli annunci pubblicitari di Google ? Bene iniziate a toglierli, perchè siete a rischio di ban: forse non tutti se ne sono accorti ma sul blog di adsense tempo fa Google ha precisato mediante un post la sua policy indicando gli esempi da evitare. Se avete dei dubbi contattate Google o ancora meglio usate i gruppi di discussione (in EN) oltre alla guida. Navigando online inoltre ho notato un aspetto curioso leggendo alcune discussions: chi guadagna in Italia con l’advertising di Google come ad esempio gli stessi adsense, deve dichiararlo anche se non ha partita Iva ? La parola e la risposta agli esperti; se non avete reddito nè partita Iva come in questo caso allora credo tutto si complichi. Anche io utilizzo gli adsense ed i motivi sono spiegati nel Colophon. […]

Leave A Comment