Village Peerple

village-people-vp-berlin-013.jpg

Photo: i Village People live in Germania

Devo essere sincero: i Village People – un gruppo che è stato un icona (anche gay) negli anni ’70 – mi sono sempre stati simpatici fin dai tempi nei quali facevo il (ri)animatore turistico nei villaggi. Lo sono anche ora che si dannano per avere i diritti delle loro canzoni che girano sui circuiti peer to peer e BitTorrent.

In fin dei conti YMCA è stato davvero un grande successo (direi quasi l’unico per i quali vengono ricordati oltre Macho Man ed In the navy) che ha attraversato credo qualsiasi luogo pubblico e privato di ballo e divertimento del mondo (non esagero, trovatemi una festa nella quale non c’è il momento ymca): però perchè prendersela con i ragazzi che si scambiano la vostra musica?
E poi ancora: i diritti di questa canzone (registrata nel ’79) ragazzi non scadono ancora, avete probabilmente tempo per goderne ancora per altri anni specie se passerà questa proposta.

Fossi in voi, village peerple (potreste cambiare nome e fare anche del viral marketing se le vostre quotazioni sono in crollo), sarei onorato nell’avere realizzato una missione impensabile: quella di aver fatto ballare e divertire intere e diverse generazioni di persone, a prescindere da usi, costumi e differenze sociali, che si sono divertite anche nell’emulare (con passi di danza e costumi di scena altrettanto improbabili) le vostre gesta. A noi piace ricordarvi come nell’immagine sopra, lontani dalle beghe digitali.

[UPDATE]

– Chissà se c’è anche qualche CD dei Village People tra la più grande raccolta di canzoni e cd musicali messi (300 mila) all’asta su eBay con il prezzo di 3 milioni di dollari.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “Village Peerple”

Comments are closed.