Una batteria “nana”

La NEC ha realizzato una Batteria Organica con uno spessore di 0.3mm,flessibile e caricabile in soli 30 secondi.
Quelli di Nec spiegano che il polimero radicale organico assume uno stato elettrico-permanente-gel che ci fa capire la flessibilità e la velocità di ricarica della batteria questo perchè la reazione di elettrodo di polimero è estremamente veloce ed i sali di supporto migrano attraverso il polimero in modo rapido ottenendo così una piccola resistenza ed una veloce ricarica.
Prima di sognare un tale sistema di batteria per il nostro Cellullare,o il Lettore Mp3,ce ne vuole: la batteria è infatti capace di 1mWh per centimentro quadrato e questo sarebbe necessario solo per far “accendere” un LED per 20 minuti prima di una nuova ricarica.
Sono da apprezzare gli sforzi che si fanno,anche se sono ancora pochissimi,poichè si tende a ridurre sempre le dimensioni degli apparati hi-tech (e questa è buona cosa) ed a fornirli di nuove funzioni (vedi quelle multimediali) ma secondo me non si fa abbastanza dal punto di vista energetico per sostenere il “tutto”: possibile che l’unica idea dei ricercatori è quella di andar ancora “a manovella” (vedi Nokia..) ?

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me