Un saluto commosso ad Enzo Biagi

Enzo Biagi

Pessimo risveglio mattiniero. Niente lacrimuccia ma la notizia della morte di Enzo Biagi ha colpito anche me: ricordare uno dei più grandi giornalisti italiani con le sue parole, i suoi libri ed articoli, le trasmissioni televisive con contenuti secchi e diretti basati sui fatti e su di un principio di libertà incarnato con tanta dedizione e passione. Libertà che traspare dalla sua storia personale e perfino nei titoli dei suoi libri come “Quello che non si doveva dire“.

A me piace ricordarlo come in questa foto preso dallo scrivere e dalle sue idee, con quella voglia matta di correre rischi ed ardire che hanno solo i grandi uomini.


La vita è un rischio che non si può fare a meno di correre.

[cit. Enzo Biagi]

[UPDATE]

Curiosità: qual è il giornalista che intervista Giuseppe Fava che Grillo ha segnalato qualche giorno fa?
Su YouTube trovate tantissimi altri contributi video.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

3 thoughts on “Un saluto commosso ad Enzo Biagi”

  1. Enzo Biagi è stato, oltre che un giornalista banale e privo di pensiero, noioso come nessuno, anche un grande manipolatore e falsario. Cos’era “IL FATTO ” ? Una serie di spezzoni di intervista manipolati e rimontati ad arte: il programma andava in onda registrato, così lui poteva adattare le domande a seconda delle risposte !!! Poteva tagliare e ricucire alla bisogna per avvalorare una tesi precostituita. E questo è giornalismo ? Questa è PRAVDA al cubo, cari ammiratori di Biagi.
    In quano ai suoi colleghi che oggi sfoggiano un bel borsello di coccodrillo, il signor Biagi era così stimato che De Bortoli prima, Mieli poi ( e Folli in mezzo), si guardarono bene dall’affidargli la “Stanza ” di Montanelli quando quest’ ultimo morì. Preferibile anche un andreottiano targato ENI come Sergio Romano alle banalità propalate a getto continuo da questo giornalista da due soldi, finta vittima di regime che lui per primo onorò, a partire dal gran corruttore, l’Avvocato, per finire con i peana all’indirizzo del signor IRI che oggi sgoverna l’Italia. Vittima a tal punto che fu liquidato dalla RAI con un paio di miliardi.
    Mediocre e furbastro, questo era Enzo Biagi.

  2. Chi ha conosciuto Enzo Biagi solo per “il fatto” ignora molto e non puo’ esprimere questo tipo di opinioni.

Comments are closed.