Tutti i lodi non vengono al pettine

Tutto questo casino sul lodo Alfano fa un po’ ribrezzo perchè dimostra che i politici italiani si svegliano solo quando le poltrone cominciano a traballare, in un senso o nell’altro:

La legge è uguale per tutti, ma non lo è la sua applicazione

Come dire: state tranquilli, in un modo o nell’altro rischiate di prenderlo sempre in quel posto. Dopo ciò che è successo con Mastella quale giudice si infilerà nella lista di “magistrati che hanno fatto cadere il governo”?

Guardare Berlusconi a reti unificate è ormai una triste abitudine. A questo si sono aggiunte le telefonate di ieri sera in diretta sia a Matrix che a Porta a Porta: il continuo gettare fango sul capo dello Stato e sulla magistratura è disdicevole e, come il lodo Alfano, certamente incostituzionale in quanto capo del Governo.
La guerra tra i due grandi editori, De Benedetti e Berlusconi, rappresenta poi quanto è povero lo scenario italiano dove solo chi ha soldi, risorse, potere e conoscenze fa politica ed ha dei diritti. Tutto il resto è marmaglia ed immigrati. Povera patria, diceva Battiato.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me