Troppo fumo niente Wired

Devo ancora farmi un giudizio sul primo numero di Wired Italia ma approssimativamente la mia impressione è abbastanza simile a quella di Marco Mazzei:

Ma a parte questo, e a parte un certo fastidio per il richiamo a quel giornale più che mitico, Wired Italia non mi convince soprattutto perché dopo averlo sfogliato e letto mi si è materializzato un enorme punto di domanda sulla testa: e quindi? Che cosa mi vuoi dire?
Ma su tutto: questa sensazione di eccesso. Troppe cose, troppo confuse, molto rumore e pochissimo segnale. Aspetto con simpatia il prossimo numero.

Mi aspetto poi tanto e di più dal sito web che in fin dei conti esteticamente non è malaccio ma deve proporre contenuti originali e validi: l’articolo su Twitter per il quale mi hanno chiesto un parere è stato più volte editato online (già questa forma di passaggio dal giornalista all’editing fa perdere tempo e forza all’articolo) ma non si notano le modifiche che sono state fatte.

Inoltre, negli articoli del sito non ci sono link verso l’esterno: Wired non può fare come Il Corriere e La Repubblica. Curioso, comunque, che Wired Uk verrà lanciato dopo la versione italiana.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Troppo fumo niente Wired”

  1. coincide per filo e per segno al mio pensiero. Troppo timido il primo numero, non degno di questo grande progetto.
    Per non parlare dell’uso eccessivo dell’inglese nei titoli,che fa sembrare Wired Italia troppo simile all’edizione California!

    Ha però ampi margini di miglioramento!

    :-D

Comments are closed.