The Video Advertising

Si parlava da tempo della nuova frontiera dell’advertising online con primi esperimenti e diffusioni di live streaming nei blog: la pubblicità nei video.
Il team di YouTube ha annunciato sul suo blog che i contenuti degli utenti verranno “premiati” e pagati attraverso il revenue sharing: i test sono già iniziati la scorsa settimana, ci sono già dei dubbi su eventuali “giochetti” mentre aziende come ScanScout iniziano a muovere i propri investimenti.
Per questo motivo nascono guide che spiegano come monetizzare e fare valere economicamente i nostri video, web show ed internet tv proliferano (e proliferanno) come funghi da qui a pochi mesi.
Come si evince dal rapporto del 2006 (file .PDF) dell’ASA (Advertising Standards Authority), Internet è ormai al secondo posto riguardo i nuovi media, anche se i consumatori hanno ancora molta diffidenza nel mezzo.
Spesso chi lavora in Rete, fa marketing o si occupa di SEO è legato troppo ai numeri, ai visitatori: la lettura di questo post forse li farà andare in direzione opposta.
Non so se il video ads sarà il futuro della pubblicità ma è chiaro che nei prossimi mesi lo capiremo. Come sempre mi farebbe piacere un tuo parere.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

6 thoughts on “The Video Advertising”

  1. Ciao
    non so come la cosa evolverà ma non ci sono dubbi che le potenzialità dei tool di collaborazione daranno una mano in questo senso.
    Oggi girare un video è facilissimo, diffonderlo sul web anche.
    Il missing link è come farci soldi (per chi produce il video) e come fare leva sulla creatività di milioni di persone (per il committente della pubblicità).
    Ne parlo nel mio blog commentando Zooppa, una delle poche startup 2.0 italiane…

Comments are closed.