Internet is for woman?

C’era una volta Internet is for Porn. In un vecchio articolo di Computerworld – quando parlare di social web non andava ancora di moda – si diceva che il 40% dei giovani con talento dai 25 ai 30 anni è di sesso femminile mentre il 52% ha poi abbandonato la carriera. E che il 63% delle donne che lavorano in settori come scienza, tecnologia, ingegneria, ha subito molestie sessuali.

La cattiva abitudine di discriminare le persone dal sesso o da altri connotati fisici non si ferma mai e segue spesso degli stereotipi stupidi. Secondo TechCrunch l’Internet è stata conquistata dalle donne almeno guardandola da un’ottica meramente commerciale:

Female users are the unsung heroines behind the most engaging, fastest growing, and most valuable consumer internet and e-commerce companies. Especially when it comes to social and shopping, women rule the Internet. More female users will likely help your company grow faster. So, if you’re at a consumer web company, how can this insight help you. Would you like to lower your cost of customer acquisition? Or grow revenue faster? Take a look at your product, your marketing, your customer base. Maybe you would benefit from having a larger base of female customers. If so, what would you change to make your product/service more attractive to female customers? Do you do enough product and user interface testing with female users? Have you figured out how to truly unleash the shopping and social power of women?

Women are the routers and amplifiers of the social web. And they are the rocket fuel of ecommerce.

Aggiungerei anche che Woman are problems così le abbiamo dette tutte, no?

Foto:

Cosa fanno le donne su Internet nel 2010?

Sto cercando alcuni dati sull’utilizzo di Internet provando a capire quanto resistano ancora alcuni luoghi comuni.
Shespeaks ha realizzato qualche mese fa un report sull’utilizzo di Internet da parte delle donne (file .PDF). Sono state intervistate 1,581 donne americane tra Marzo ed Aprile di quest’anno.

Le donne utilizzano Internet per fare shopping:

– l’81% delle donne ha visitato un sito web di ecommerce nell’ultimo mese (il 70% ha navigato su siti di food/beverage, il 69% su salute e bellezza)
– il 70% ha visitato il sito corporate di un brand sul food/beverage
– il 69% ha visitato il sito di un brand su health/beauty

Il rapporto tra le donne, la mail e le Newsletter:

– il 61% legge le newsletter di brand su food/beverage
– il 55% su health/beauty
– il 53% sui supermercati

Il 47% delle donne si fida dei giornali per quanto riguarda i coupon soprattutto sopra i 20 anni.

Su Facebook e Twitter invece:

Il 51% ha dichiarato di seguire nei social media almeno un brand che opera nel mercato food/beverage, healt/beauty o prodotti per la famiglia/casa, nello specifico:

– il 36% segue un brand di food / beverage
– 32% segue un brand di health/beauty
– 25% prodotto per la casa/famiglia

I siti web più visitati dalle donne negli ultimi mesi sono stati Facebook e quelli dedicati al cibo. Sembra incredibile ma il dato più interessante è che il 62% delle donne intervistate non è interessato a scaricare una applicazione mobile per fare shopping. Ma non era anche questo l’anno del mobile?