Piccoli Severn Suzuki crescono

Questo sopra è il discorso di Giovanni Tarizzo, 13 anni, durante il convegno milanese di Libertà e Giustizia. Questo qui sotto invece è il famosissimo intervento di Severn Suzuki all’ONU del 1992.

Argomentazioni diverse: più “nobili” quelle di Suzuki mentre Tarizzo è “costretto” a parlare di gossip. Non si possono confrontare, affrontano questioni differenti a dimostrazione che l’Italia è troppo piegata su se stessa.
Cos’hanno in comune? Domande, molte domande ed altrettante speranze. E il tema dell’inquinamento come problema fondamentale per giudicare la qualità della vita: perchè quando cresciamo l’ambiente perde importanza? Perchè smettiamo di farci tutte queste domande e cominciamo a dare solo risposte senza ascoltare?

Oggi è giorno di citazioni e mi aiuta di nuovo Boni de Castellane: “In democrazia tutti possono dire ciò che vogliono ma nessuno sta ad ascoltare“.