Terzinho

Foto: Collettivo Latrones

Questa è peggio di una Rifiutifull sudamericana, ero stato fin troppo delicato. Sono terribili scene di guerra civile e guerrilla urbana, nessun scrittore famoso potrà salvarci.

Qui non si discute più la libertà di stampa o il diritto dei cittadini a manifestare ed esprimere dissenso, soprattutto davanti alle immagini di questa ragazza che viene presa e spostata a peso morto neanche fosse una carcassa qualsiasi:

Ci si chiede invece se l’Italia abbia coscienza civica e sia un Paese civile o semplicemente possa tornare ad esserlo al più presto. A me sembra che, contrariamente al dibattito da divano letto che si è aperto quache tempo fa, i barbari siano già arrivati.
E siano in mezzo a noi, come noi: quelli che benpensano ora sono diventati benagiscono.

In.fondo.al.mar: le navi affondate nel Mediterraneo in una mappa

infondoalmar  mappa navi mediterraneo

In.fondo.al.mar è un progetto speciale meritevole di essere seguito e supportato: si tratta della visualizzazione di tutte le navi affondate nel Mediterraneo, una mappa che elenca i casi descritti su “Navi a perdere” di Carlo Lucarelli. I dati arrivano da diverse fonti documentali ma è possibile anche partecipare attivamente e fare segnalazioni e precisazioni sui singoli casi o aggiungerne dei nuovi.

Credo che chi ancora usa il termine “web 2.0” voglia riferirsi anche a questo: dove non arriva il giornalismo d’inchiesta c’è il web che è un immensa risorse da utilizzare in maniera costruttiva.