La casetta in Canada’

Ma un Paese può mai crollare e fermarsi davanti a una casetta in Canada? Poi non mi dite che c’è libertà di informazione.

Ci fosse stata si sarebbe parlato sempre ed ogni giorno della scorsa estate di: disoccupazione, pensioni, precari della scuola, sicurezza, politiche per l’immigrazione e le nascite, dei ricercatori che devono pretendere soldi ma anche l’elogio del merito. Niente, niente di tutto questo.
Possono bastare i collegamenti di Annozero con un Sandro Ruotolo perennemente confinato nella trincea di un’Italia che esiste ed è reale ma da quella scatola luccicante che è la televisione sembra sempre troppo stonata, lontana anni luce dalle inutili discussioni degli ordierni salottifici dei politici.