YouTube Instant e YouTube Time Machine

Ho trovato due mashup interessanti riguardo YouTube. Il primo è YTTM, YouTube Time Machine suddivide i video per epoca storica e categoria.

E’ proprio il concetto del raccontare la storia usando YouTube del quale ho sempre parlato. L’altro è frutto dell’onda emotiva di questi giorni dovuta a Google Instant.


E’ YouTube Instant, una ricerca immediata di un video che viene suggerito in funzione di ciò che si digita. L’autore del sito ha trovato lavoro grazie a Twitter e a uno dei due fondatori che l’ha contattato dopo aver notato il servizio.
Niente di che ma qualsiasi cosa faccia Google nell’ambito dei motori di ricerca diventa subito “virale”.

[UPDATE]

– Solo ora scopro che c’è anche Google Maps: from 0 to Instant e Twitter Instant.

YouTube Doubler: il generatore di mashup

Questo qui sopra è “NirGaga”, un mashup (cioè un mix, una unione) tra un pezzo di Lady Gaga ed uno dei Nirvana. Su Internet vanno molto forte e spesso diventano dei tormentoni.

Se non sei creativo, non hai orecchio oppure non hai molto tempo a disposizione e vuoi fare un mashup al volo, puoi usare YouTube Doubler: metti due video su YouTube uno di fianco a l’altro e li fai partire in contemporanea.

Puoi decidere a quale secondo far partire il primo ed a quale il secondo. Una volta che hai deciso clicca su “double up!” ed il gioco è fatto, avrai un link con entrambi i video “mashuppati”. E’ in Beta, il tempo che lo sistemano meglio e ci mettono un accorciatore di URL e sarà perfetto.

Trendsmap: di che cosa si parla su Twitter nel mondo

trendsmap-real-time-trend-twitter

Trendsmap è un esperimento interessante: si tratta di una mappa aggiornata in real time dei trend più diffusi su Twitter nel mondo. Diventa curioso osservare gli elementi di discussione più comuni e le differenze tra paesi: probabilmente sotto la Germania la comunità degli utenti che usano Twitter è meno diffusa e coesa.
E, se Twitter si diffonderà quanto Facebook, sarà prezioso leggere di cosa si parla nella propria città o regione. Ad esempio tra la Syria, l’Egitto ed Israele gli hashtag più usati sono: lebanese, unesco, mubarak, farouk, gmail.