Gli acchiappavoti

Ti ricordi quando parlai delle intraprendenti Acchiappavoti? Dopo aver letto le dichiarazioni della ex moglie di Italo Bocchino sono costretto a correggere il tiro e usare diversi proverbi: “dietro ad una acchiappavoti c’è un grandissimo acchiappavoti“. Oppure “Chi si vota si piglia“. Ecc,ecc.

E la meritocrazia, si, anche quella insieme alla democrazia, alla dignità, alla legalità ed a tutto il resto, va veramente a farsi fottere:

Me lo diceva lui: guarda cosa le faccio dire. Perché lei, poverina, è quello che è. Infatti dal 15 marzo è scomparsa. Non sa che dire: le scriveva tutto Italo. Non sa parlare in italiano. Usare soggetto verbo e predicato.

Image: http://piccolocircoestebans.tumblr.com/

Mara-mao perchè ti sposi?

Questo video si trova sul blog di Mara Carfagna, uno di quei politici che ho definito “acchiappavoti“. A me dei fatti privati di Mara non interessa proprio nulla: e però lei si sente di smentire a fine filmato il gossip che la vedrebbe flirtare con Italo Bocchino.

Di quel battito di ciglia sulla frase “Marco Mezzaroma, che è l’unica persona che amo dal 2008” il Dr. Cal Lightman forse avrebbe qualcosa da dire ma non importa: il video finisce dritto dritto nella rubrica Trashpolitique.

Le acchiappavoti

E’ il titolo di uno dei prossimi film di Medusa.

Sarebbe l’unico modo per spiegare perchè Mara Carfagnaconsigliere regionale più votato d’Italia alle ultime elezioni in Campania – ha dovuto presentare le dimissioni (insieme ad Alessandra Mussolini del PDL) per incompatibilità con il seggio di Montecitorio. Riflettano gli ignari elettori che hanno votato personaggi del genere e che sono continuamente abbagliati dal neofascismo light del TG1.

Il doppio incarico e l’affezione alla poltrona non fa più notizia e la colpa non è solo dei partiti, delle oligarchie e di come funziona il sistema elettorale in Italia ma anche degli elettori. Caro ministro Carfagna ho una domanda per lei: perchè far scivolare voti e preferenze candidandosi ugualmente ed a tutti i costi in barba ai regolamenti vigenti? Davvero lei ed i dirigenti del suo partito crediate che sia un comportamento così furbo e scaltro?

Nulla di personale ma spero che durante la prossima campagna elettorale che affronterà qualche suo elettore abbia almeno la lucidità e la forza di chiederle il conto. Di voltare le spalle a lei e ad altri “acchiappavoti”.

Si vota la figa, si vota l’amore

Le pari opportunità ormai stanno molto a cuore agli italiani tanto che:

Il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, a conclusione dello spoglio elettorale delle elezioni regionali 2010, ottiene, nel collegio elettorale di Napoli e Provincia, 55.740 preferenze, che la portano ad essere il consigliere regionale più votato d’Italia.

Ah, dimenticavo: Nicole Minetti – l’igienista mentale del signor B. – è stata ovviamente eletta.

Via [Mara Carfagna]