Kohjinsha DZ: il netbook con due schermi. Litl: il webbook del futuro?

In attesa del 26 Gennaio per scoprire il nuovo tablet iSlate di Apple è chiaro che c’è un grande fermento attorno al mondo dei tablet PC e dei netbook nell’ottica di una nuova idea di computer. Segnalo due esempi veloci e neanche tanto sperimentali perchè già in commercio.

Il primo caso riguarda il netbook Kohjinsha DZ che ha caratteristiche sorprendenti come i due schermi da 10.1 pollici che quando vengono aperti entrambi permettono una risoluzione di 2048x600px. Si capisce tutto meglio nel video seguente:

Un netbook del genere, che pesa 1,84kg, è in vendita solo in Giappone al costo di circa 900 dollari. D’altronde il problema maggiore di questi netbook dei quali molti disponibili nel formato 10 pollici è proprio quello della scarsa risoluzione. Kohjinsha forse lo risolve usando questa soluzione del dual display.

Il secondo caso riguarda invece un tablet PC innovativo definito come una sorta di “webbook”, a metà tra un laptop per la casa, un ereader ed una mini tv: Litl. Di Litl ne ha già parlato Mossberg sul Wall Street Journal: si tratta di una sorta di netbook che non ha l’hard disk ma si basa sul cloud computing (i tuoi dati saranno solo in Rete).
Non ha windows e nessun sistema operativo, l’unica applicazione installata è un timer: se connesso ad Internet può navigare e far girare tutte le applicazioni Web come Gmail, Google Docs, Flickr. Non ci sono icone e non ci sono cartelle!

Lo schermo è di 12 pollici e mediante la “easel mode” è possibile girarlo completamente dall’altra parte con un semplice flip. Questa è forse la novità più interessante di Litl che insieme al telecomando lo trasforma in una cornice digitale oppure in un monitor da utilizzare in qualsiasi punto della casa: