Come rifiutare il libro di Berlusconi “Due anni di Governo”

Photo Credit: Risodegliangeli

Mi scuso per la troppa politica ma cerco di fare un servizio di pubblica utilità sperando che serva a evitare spese inutili e che questo sistema funzioni veramente affinchè non vi venga spedito inutilmente a casa il libro di Silvio Berlusconi “Due anni di governo”.
Qui di seguito le istruzioni, fatemi sapere se funziona perchè non diventi una catena stupida.

Copia il seguente testo:

Con riferimento all’annuncio del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di inviare ad ogni famiglia italiana il libro “Due anni di governo”, mi preme comunicarVi che NON desidero assolutamente riceverlo. E’ un mio diritto in base alla legge per la tutela della privacy n. 675/1996 ed il relativo D.P.R. n. 501/1998, nella fattispecie articolo 13 comma e), e desidero che i soldi risparmiati vengano messi a disposizione del Ministero della Pubblica istruzione e/o del Ministero della Sanità.
Ringraziando per l’attenzione porgo
distinti saluti

E clicca sul seguente link per inserire quanto hai copiato insieme ai tuoi dati: http://www.governo.it/scrivia/scrivi_a_trasparenza.asp

Cosa ti interesserebbe leggere su di un ebook o un libro?

Questo post ha due obiettivi:

1) segnalare Wikicrazia, il libro collaborativo che ha pubblicato e sta scrivendo online il buon Alberto Cottica di Kublai

2) mi sento un po’ emarginato: non scrivo racconti su Canemucco, non ho una rubrica su di un giornale, non scrivo su Wired.it.
Per non sentirmi un blogger fallito mentre tanti altri scrivono e pubblicano libri ed ebook sui temi più disparati e disperati stavo pensando anche io di fare lo stesso. Per ora non sono alla ricerca di un editore perchè è più bello essere editori di se stessi.

Quindi ti chiedo: cosa vorresti leggere su di un libro o ancora meglio un ebook (magari da sfogliare sull’iPad)?
Pubblica un argomento o un tag nei commenti oppure mandami una email (o un tweet) se ti andrebbe di scriverlo insieme:

blog chiocciola dariosalvelli.com

P.S. Vedo solo ora che una cosa del genere l’ha fatta Giuseppe Genna con i suoi lettori ma la mia è una umile richiesta più che un sondaggio. Il mio ego vola più basso.