Te lo ricordi il RoyalCamp?

Un caro amico mentre svuotava il desktop ha trovato questa vecchia brochure del RoyalCamp, te lo ricordi? Era l’idea del primo BarCamp del Sud poi gli amici di Matera furono più bravi e fecero delle belle edizioni in un posto altrettanto magnifico.

E l’intento era anche quello di parlare di turismo, sostenibilità e possibilità per le PMI di sviluppare un sano business attraverso la Rete. Ora di recente mi sono dato da fare in Libere Conversazioni a Teatro, evento che ha la stessa apertura di un BarCamp, segue solo un canovaccio ma è aperto a tutti non più solo agli early adopters come allora.
E poi ho intenzione di dar via ad una rassegna di Corsi di divulgazione digitale qui al Sud, a Caserta, a costi contenuti (e anche gratis se ci riesco) affinchè si faccia un po’ di alfabetizzazione informatica, sia a livello più semplice che avanzato.

Le difficoltà sono le stesse del 2007 ma mi pare che in generale la situazione sia migliorata, c’è più attenzione al digitale, al fare impresa, alla formazione anche se non qui a Caserta dove mi piacerebbe riempire questo buco prima di volare definitivamente per altri lidi.

Libere Conversazioni a Teatro

Scrivo meno perchè sono preso dal tanto lavoro e dall’organizzazione di Libere Conversazioni a Teatro: sabato 14 Gennaio alle ore 18 al Teatro Civico 14 di Caserta ci sarà la I Conversazione con il tema “Politica e camorra” e neanche a farlo apposta si parlerà di Nicola Cosentino con la presentazione del libro Il Casalese, Ascesa e tramonto di un leader politico di terra di lavoro.

Inoltre ci sarà Marco D’amore che leggerà in scena, il collettivo Latrones con le loro opere di impegno sociale sempre creative, dissacranti e minimali ed i prodotti di Facciamo un pacco alla camorra provenienti dai beni confiscati.
Tutto il programma è sul sito www.conversazioni.dariosalvelli.com. C’è un evento Facebook e l’ingresso ovviamente è libero, se sei in zona sei invitato ci sono anche amici come Francesco Piccinini e Ciro Pellegrino.

Quello di “Libere Conversazioni a Teatro” è un tentativo di creare nella mia città attraverso il teatro, la lettura, il cinema, la musica e soprattutto l’arte della semplicità e dell’ironia, una serie di dibattiti pubblici d’impegno civile e sociale che verranno registrati e pubblicati gratuitamente online. Vorrei stimolare il confronto e il rispetto delle opinioni altrui e delle proprie come raramente capita ad esempio in media quali la televisione: un altro obiettivo è far sì che la conversazione continui senza limiti di tempo e spazio producendo dalla Rete contenuti interessanti e sempre attuali.

Che ne dici, vieni a conversare?