Il killer di Utøya

Non sono mai stato ad Oslo, non conosco la Novergia ed i novergesi ma mi è sempre sembrato un posto tra i più civili e tranquilli in cui vivere. Come lo sembrano un po’ tutti quelli in cui non vivi.
Non me la sento di sprecare parole mentre io sono qui a lavorare in una classica estate italiana: non conosco il contesto in cui si è consumata questa strage che viene descritta da uno dei tanti ragazzi presente sull’isola di Utøya e sopravvissuto.
Mi spinge la necessità di comprendere, di voler stare vicino in qualche modo a quelle persone, ai parenti delle vittime. Lo scenario che alcuni dei media dipingono è quello di una Novergia colpita dalla recessione economica, con una disoccupazione ed un razzismo in costante aumento insieme ad un forte sentimento anti-Islam. Non è forse leggermente simile al nostro? Continue reading “Il killer di Utøya”