10 motivi per non comprare l’iPhone 4G

Non ho mai voluto acquistare un iPhone sia per il prezzo eccessivamente alto che per la chiusura del dispositivo (non essendo anche utente Mac ha anche meno senso): ultimamente mi ha accarezzato l’idea di acquistare un 3GS per poter sperimentare la realtà aumentata.
Ho pensato di focalizzarmi su qualche dispositivo Android valutando ciò che fa meglio rispetto ad OS ma poi è arrivato iPad. Stesso prezzo, dimensioni più grandi ma due nei importanti: l’impossibilità di fare chiamate pur avendo una SIM e l’assenza di una fotocamera.

Nella settore della tecnologia attuale (o sarebbe meglio dire nel marketing) c’è questa smania dei risultati, una fretta nel bruciare le tappe che ha costretto molte aziende ad adeguarsi: Intel ad esempio per stare al passo con la concorrenza dei chip orientali ha dovuto saltare un processo produttivo abolendo negli anni la fase di test dei prototipi.
Nel caso di Apple bastava aspettare qualche mese in più per aggiungere all’iPad quelle specifiche e montare anche una porta USB.

Seppure l’iPad sia un oggetto versatile non è il massimo della comodità portarlo in spiaggia e quindi mi sta sfiorando l’idea di comprare un iPhone 3GS. Tutti mi dicono di aspettare perchè poi uscirà il 4G ed a questi amici vorrei rispondere con i 10 motivi per i quali non acquistare un iPhone 4G pubblicati dal Telegraph alcuni dei quali però non mi convincono:

    1) It’s expensive: Buy the top-of-the-range Blackberry or Android handset and you will still pay a lot less than the extortionate prices Apple charge.

    2) It’s anti-technology: When the iPhone launched it was cutting edge – now as other manufacturers announce, for instance, that you can use their phones as shareable wifi hot spots, Apple says no.

    3) No Flash: The iPhone, the phone that promised to put the web into everybody’s pockets, can’t even show you most of it, because it can’t handle Flash graphics.

    4) No multitasking. If Apple announces multitasking next it will be an improvement – but there’ll be no apology for the way it’s treated customers in the past, and no guarantee it won’t behave similarly shoddily in the future.

    5) Its battery life is terrible.

    6) Developing apps for it is costing you money: The special version of the BBC iPlayer, of Natwest Phone Banking, of Eon’s meter reader – developing all of these came out of money that could have been channelled away from a self-important minority and towards more generally useful ideas.

    7) It comes with offensively bad headphones: Sit next to somebody using the original iPhone or iPod headphones and you can hear everything they can

    8) It’s not very well designed: Use the iPhone as a phone and it’s not got great reception, nor is it particularly comfortable to use for long periods.

    9) It charges for satnav: In an age when Nokia and Google Android provide completely free mapping and satnav facilities, the cheapest way you can turn your overpriced iPhone into a satnav is with a £19.99 app

    10) Those iPod docks are holding back better technologies: As every hotel increasingly thinks it should provide iPod docks, the momentum behind this technology is only growing.

Probabilmente è da sciocchi parlare di un prodotto che non è ancora uscito sul mercato però è questa continua corsa al prossimo gadget tecnologico senza alcuna ottimizzazione. I consumatori non sceglierebbero meglio se tutti sviluppassero meno prodotti?