La nostra vita digitale in una infografica

Clicca sull’immagine per ingrandirla – Provided by: onlineschools.org

Sergio Caputo la chiamava Vita Dromedaria quella che si perde nel deserto della quotidianità. Tutti cerchiamo più o meno di vivere e non sopravvivere: ben venga dunque se l’essere sempre connessi a Internet (e agli altri), always on, ci aiuti ad arricchire la nostra vita. In questo contesto l’unico pericolo che abbiamo è cadere nell’eccesso riempendo di cose inutili la quotidianità.

S’impara a vivere solo vivendo, costruendo e decostruendo questa infografica sulla vita digitale dove entra a far parte anche la tv dei tablet che accennavo ieri.

[UPDATE – AGGIORNAMENTO]

– Proprio mentre ieri parlavo di questo argomento Leandro Agrò segnala la dichiarazione di interdipendenza dell’uomo.

Google+ vs Facebook (infografica)

Seppure abbia segnalato 9 motivi per passare da Facebook a Google+ il mio pensiero per ora è che Plusone non mi serve: riesco a malapena a seguire un social network alla volta ed ormai la mia rete di contatti, contenuti, pagine, eventi, interessi è già quasi tutta su Facebook.
Non ho voglia, tempo e necessità di spostarla o crearna una nuova e credo che basti questo per spiegare perchè restare su Facebook.

Sacrifico invece all’altare delle attività online l’integrazione (ancora scarsa) di Google+ con i servizi di Google. Per chi non fosse ancora convinto su quale scegliere tra i due c’è questa infografica con un confronto tra Google+ e Facebook.

Cosa significa vendere online durante le vacanze

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Visto che oggi è un giorno festivo e si comincia a sentire l’aria del Natale (che ansia, vero?) ho pensato bene di segnalare questa infografica su cosa significa vendere online durante le vacanze.

Spero consoli molti amici che lavorano nell’ecommerce ma che forse già conoscono queste cose.
Ad ogni modo le persone acquistano su Internet per 4 motivi principali: la convenienza del prezzo in qualsiasi giorno della settimana, la facilità di confronto dei prezzi, le offerte con spedizioni gratuite, evitare la folla da acquisto compulsivo.

Il favoloso mondo di YouTube

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Alcune statistiche su YouTube provenienti da Alexa dicono che:

– Il traffico su youtube equivale al 10% del traffico totale della rete
– il 22% delle visite proviene dagli Usa mentre il 3,7% dall’Italia
– il 58% degli utenti hanno un’età compresa tra 18 -49 o vvero nello specifico 18 – 34 il 35% e 35 – 49 il 28%,
– 15 minuti è il tempo medio speso al giorno per un utente
– la durata media dei video è di 2,46 minuti,
– per vedere tutti i video di YouTube ci vorrebbero più di 1700 anni.

L’infografica sullo stato della Blogosfera nel 2010

Clicca sull’immagine per ingrandirla

I blog tendono a diventare sempre più professionali e a volte si trasformano in giornali: prendi Il Post di Luca Sofri nato come un evoluzione del suo blog personale è diventato un news website che contiene anche alcuni interessanti approfondimenti e spunti.

Aumentano anche i lettori: da quest’anno sono 113 milioni, circa il 51% degli utenti di Internet, le persone che leggono un blog ogni mese. E c’è già chi pensa a federare i blog aprendo le statistiche dei blogger in modo che ognuno indichi quali sono i post più letti.
Mentre Technorati si appresta a stilare il suo State of the Blogosphere cominciando a fare sondaggi sulla blogosfera, The Blog Herald ha pubblicato una infografica sullo stato della Blogosfera mondiale di quest’anno.

Negli oltre 146 milioni di blog il 36% è scritto in inglese, il 37% in giapponese, l’8% in cinese e l’italiano il 3%. Il 67% dei blogger è maschio mentre il ricavo medio di un blog in un anno è pressocchè nullo se non si investe tempo e denaro. Alcune cose le sapevamo già, aspettiamo di confrontare questi dati con quelli di Technorati.