Microsoft sfida Google: Windows Live Hotmail consente di leggere anche Gmail

Sto prendendo in considerazione di cominciare a gestire tutti i miei account di Posta attraverso Hotmail. No, sono serio non scherzo…

Microsoft infatti ha lanciato in Windows Live Hotmail una nuova funzione che si basa sull’SSL con la quale si possono aggiungere altri indirizzi email per i quali si possono leggere i messaggi di posta elettronica e anche inviarli.

Insomma d’ora in poi potete leggere Gmail direttamente usando Windows Live Hotmail: se pensi che Microsoft a corredo offre Office Live Workspace su Skydrive che ha esteso a 25 GB di spazio gratuito allora “l’integrazione” tra Microsoft e Google si fa interessante.
Inoltre, Live Hotmail che è in continua evoluzione anche nell’interfaccia, integra la chat di Facebook, può visionare nella mail i video Youtube e ha aggiunto powerpoint anche senza avere installato il programma: in Hotmail si hanno 10 Gb per condividere con i propri amici foto e altro.

Ho sempre considerato Hotmail una posta elettronica a rischio ma credo che comincerò a provarla fermo restando che considero Gmail sempre il top.

Google Buzz

Una grossa novità su Gmail che Google sta presentando in questi minuti: Google Buzz ovvero una sorta di Friendfeed integrato nella posta elettronica di Google.
Domani ne parleranno tutti mentre tra pochi minuti e nei prossimi giorni Buzz sarà disponibile a tutti gli utenti: la prima impressione è che Google invece di spingere su Orkut o fare un nuovo “Facebook” sta riunendo tutti i suoi servizi in uno solo e si è accorto che il social network ce l’ha già in casa ed è Gmail. Perchè non sfruttarlo?

Inoltre, la possibilità di avere le API, l’integrazione di Twitter, Flickr e Google Reader con Buzz e nelle mappe di Google, sul mobile e con Google Apps farà nascere tante novità nel settore pubblicitario. Come dicevo già riguardo il social circle il Google Profile diventerà la homepage fondamentale in cui finiranno tutti i contenuti condivisi, un po’ come succede proprio con Friendfeed.

E’ possibile leggere il live blogging del Wall Street Journal mentre questo post sarà aggiornato le prossime ore.

[UPDATE, 10 Febbraio]

– Qualcuno ha già disponibile Buzz specie nella versione mobile per iPhone. Ancora non mi è stato attivato ma non essere impaziente, già ti vedo ad aprire in maniera compulsiva Gmail. Tra l’altro molti criticano Buzz perchè ci si aspettava che Wave facesse le cose che fa Google Buzz e invece…

– Vuoi un esempio di Google Buzz? Eccolo:

– Come rimuovere e nascondere gli update di Google Buzz su Gmail. Utilissimo!

– Dave Winer è scettico su Google Buzz ed è pure un po incazzato: “They put a virus into Gmail. They’re killing their own product. Fools. Stupid. Grrr”.
Tutti speriamo che con Buzz il filtro antispam di Gmail regga e resti sempre solido: “there’s no good reason why Buzz (terrible name, btw) should be integrated with Gmail. The company showed the worst judgment. It took what was the industry leading web mail product and turned it into a lab experiment. Once I turned it off (it’s not hard, there’s a switch at the bottom of the Gmail home page), Gmail went back to being Gmail, and not a nightmarish ad for Google’s software design ineptness.”

– PC World aveva scritto un articolo sulle speranze di Gmail di avere caratteristiche sociali interessanti prima che venisse lanciato Buzz. Ed oggi si pongono 10 domande su Buzz.

– Comunque la mossa dei concorrenti quale sarà? Yahoo Buzz finirà su Yahoo! Mail?

– Buzz è arrivato anche sulla mia Gmail sotto l’Inbox, la Posta in arrivo. Ecco il primo screenshot:

buzz1

A prima vista è davvero uguale a Friendfeed ci sono anche i like ed i gruppi. Ne avevamo bisogno?

– Nicola Greco ha fatto uno script per integrare Google Buzz su Friendfeed. Io ho importato su Buzz anche Friendfeed dunque non vedo l’utilità di chiudere il loop e creare ancora contenuti duplicati (credo che il flusso possa servire o in un senso o nell’altro).

Il cimitero delle email annullate

Uno dei classici errori nell’invio di una email (non sai quante volte mi è capitato su Gmail) è: “cazzo, ho dimenticato di inviare l’allegato!” Ci sono poi volte in cui ti penti di aver spedito quel messaggio di posta elettronica, troppo osè, diretto, oppure pieno di errori di ortografia.
La nuova funzione Undo Send nel Lab di Gmail (se non sai cos’è leggi questo accenno) in questo caso è la soluzione giusta:

undo-send-gmail

Basta andare in Settings (nelle Opzioni), cliccare su Lab ed abilitare “Undo Send” (la trovi in fondo). Ogni qual volta avrai inviato l’email comparirà al termine un link “Undo”, “Annulla”:

undo-send

Ora hai circa 5 secondi per pensarci sopra, il tempo necessario a cliccare su Undo per annullare l’invio del messaggio. A me sembra una bella cosa.