Chi non salta omofobo è

Come segno di solidarietà a quanto accaduto nella sede di Gay.it segnalo nuovamente la mappa dei locali omofobi in Italia.

Brutta sorpresa questa mattina per i dipendenti del portale Gay.it. L’ascensore e la porta di ingresso degli uffici dove lavora lo staff del sito gay sono stati trovati imbrattati con scritte inneggianti alla guerra santa, alla morte per le persone omosessuali e con simboli neofascisti e satanici. “Gay.it morirete oggi”, “I vostri uffici bruceranno”, “Abbasso i gay”, “Morirete froci”, “Gay Muftì”, sono solo alcune delle scritte rinvenute.