Se il televoto dei pirla venisse sostituito da Internet?

Riporto quanto dice Vittorio Zucconi sul suo blog:

A occhio e croce hanno votato per i baccalà di Sanremo condotti dalla balia nazionale qui travestita da cernia, un milione e mezzo di italiani. A 75 centesimi per voto, che sarebbero 1.500 lire del “vecchio conio”, secondo la formula cara al noto piazzista di caffè paradisiaci, fa un milione di Euro.

Ok, la media d’età di Sanremo è alta e spiace far pedere dei soldini a mamma Telecom ma non era meglio fare un sito dedicato ad hoc per il festival di Sanremo dove votare le canzoni in maniera gratuita, se non tutte almeno quelle dei giovani che erano già state lanciate giorni prima?
Ci sarebbero possibili “brogli” dei voti usando robot, software ed altre storie, sono d’accordo con voi, però per lo meno si avrebbe un po più di chiarezza sui dati ed uno strumento più democratico. Se questo fosse un Paese serio questa proposta non sarebbe poi così utopìca.

[UPDATE]

– A sostenere la mia tesi ecco i retroscena di Sanremo 2010 con tutti gli esorbitanti costi della manifestazione.