Messenger in a bottle

Marchine learning, AI, chatbot. Sono le tecnologie del presente e del futuro ed insieme ai Big Data ed all’Internet of Things rivoluzioneranno la società, il nostro lavoro e forse anche il modo di pensare. Dobbiamo solo capire come usarli al meglio e qualcuno propone, usando il famoso ciclo di Gartner, quanto ci metteremo a farlo.

Ho capito che progettare interfacce migliori è fondamentale ed in questo Facebook, avendo creato di fatto uno standard, aiuterà molto le aziende ed i designer a produrre interazioni intelligenti, produttive, più facili e naturali.

Su bot e intelligenza artificiale volevo segnalarvi questa raccolta di speech del BotDay che si è tenuto qualche giorno fa a San Francisco, cominciano a spuntare i primi esempi, molti comuni ormai hanno il loro bot su Telegram che invia informazioni utili ai cittadini così come le società che si occupano di trasporti e mobilità. Io stesso ho provato a creare (grazie a mio fratello Mauro) un bot su Telegram del mio Curriculum Vitae ancora perfezionare (risorse sempre meno umane? :).

In Europa, la città che è diventata la patria dei bot è Vienna con la sua ChatbotConf e incontri più o meno settimanali.

Su questo blog sto testando, come vedi in basso a destra con l’icona di Messenger, l’invio un messaggio privato alla mia pagina Facebook (di seguito attiverò WhatsApp) e di ricevere però da parte mia una risposta umana perchè sarò io a risponderti.
Questo flusso è connesso ad un tool che mi consente di conservare i messaggi ma soprattutto gestirli con facilità, magari assegnarli ad un eventuale membro del team, insomma una sorta di social CRM. Il prossimo passo è quello di attaccarci un bot.

Non è una novità, le aziende vendono (non so quanto) già gli occhiali tramite Messenger. E se anni fa parlavo dell’accentramento del Web, ora direi che c’è un private Web che comincerà a diffondersi, passando per bot e oggetti intelligenti, la sicurezza delle conversazioni e quindi delle azioni che ci scambiamo (vuoi davvero fare ascoltare tutte le conversazioni della tua casa a Google?) sarà un tema sempre più importante.

Facebook lancia il suo Messenger per la chat

In queste ore c’è stato il lancio in sordina per diversi utenti di Facebook Messenger per Windows: si tratta di un vero e proprio Messenger come Windows Live che permette di chattare con gli amici di Facebook attraverso un programmino senza aprire il browser.

E’ possibile scaricare Facebook Messenger per ora disponibile solo per Windows 7 usando il seguente link: https://fbcdn_dragon-a.akamaihd.net/cfs-ak-ash4/84995/940/FacebookMessengerSetup.exe

Attenzione a non confondere questo nuovo programma con la versione Messenger Mobile che permette di usare la chat di Facebook sugli smartphone. Ho provato a installare il Messenger sia su Vista (sconsigliato, l’installazione va a buon fine ma lo script manda in tilt la chat e il news ticker) che su Windows 7: Messenger non è niente altro che la chat di Facebook, gli aggiornamenti e il news ticker (le attività in tempo reale degli amici) in un programmino esterno al browser.
Per cominciare a usarlo è necessario fare login e collegarsi a Facebook all’interno del browser il che significa che si è connessi finchè non abbiamo chiuso il browser, necessario affinchè l’applicazione riceva le notifiche sul desktop.

Per ora quindi è un po’ inutile anche perchè questo Messenger non è stato lanciato in maniera ufficiale (pare esca fra qualche giorno) ed è ancora rozzo, ha diversi bug ed è abbastanza lento dunque per ora consiglio di chattare su Facebook attraverso il browser. Che ne pensi, lo hai provato?