Una storia invisibile: quante morti fa l’elettrosmog in Italia?

Il trailer di “Una storia Invisibile

Antonio Longo e Federica Roano sono due amici che vivono nella zona Camaldoli di Napoli. Da semplici cittadini e lavoratori del cinema quali sono (regista e segretaria di edizione) raccontano nel reportage Una Storia Invisibile l’incredibile livello di elettrosmog nella zona collinare in cui abitano grazie alla collaborazione con la Seconda Università di Napoli, il disinteresse ed i limiti operativi dell’ARPAC Campania (l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania), l’installazione del MUOS a Niscemi in Sicilia dove dovrebbe sorgere una delle pochissime stazioni di controllo terrestre presenti al mondo del Mobile User Objective System, un sofisticato sistema di comunicazione satellitare militare che con le sue antenne potrebbe causare gravissimi danni alla salute.

Una Storia Invisibile sta già girando in concorso ad alcuni festival ma Antonio e Federica cercano visibilità per il loro documentario (che a breve pubblicheranno probabilmente interamente) affinchè si sensibilizzi sull’inquinamento dei campi elettromagnetici. Intanto vi chiedo di diffonderlo il più possibile.