Al telefono Silvio Berlusconi

Una delle cose che non rimpiangeremo quando Berlusconi sarà un ricordo sono le sue telefonate in diretta tv, quella sprezzante arroganza del “ritorno dei protesta”, quella dialettica del “siete mistificatori!, del “favorite la sinistra”, dell’ego smisurato (“di televisione ne so più di lei”).
Non voler (e non riuscire a) mantenere la parola data (per quanto possa valere quella di Berlusconi) con una tramissione televisiva come Ballarò disegna poi un personaggio in completo declino, offuscato dal suo mondo e privo di dignità.