In Italia 1 treno su 2 è in ritardo

Non posso non citare l’ultima indagine di Altroconsumo sui treni italiani che dipinge il pessimo stato del nostro traffico in ferro con ritardi e lentezze che riguardano non solo i pendolari ma anche l’alta velocità. Tutto questo forse però lo sapevamo già e allora che fare?

Non solo i treni dei pendolari (che arrivano in ritardo nel 65% dei casi), l’allergia alla puntualità di Trenitalia coinvolge anche l’Alta velocità e tutti gli altri convogli a lunga percorrenza, il 57% dei quali giunge a destinazione oltre l’orario previsto. Il 57% dei 510 treni a lunga percorrenza monitorati è arrivato in ritardo: il 14% dopo un quarto d’ora e il 7% addirittura dopo mezz’ora.

Non va meglio per i pendolari: il 65% dei convogli non è riuscito ad arrivare nei tempi previsti, uno su cinque ha un ritardo tra i 5 e i 15 minuti, il 5% va oltre il quarto d’ora. Le corse che vanno peggio sono quelle dirette verso Sud, dove i convogli si fanno attendere più spesso (65%) e l’entità dei ritardi è più consistente.

 

Disclaimer: ho un contratto di collaborazione con Altroconsumo.

Collaborazione con Altroconsumo: se gli italiani non conoscono cos’è un browser…

altroconsumo browser test compare

Si parla molto di Web 2.0, anche in Italia, ma non ci si rende conto del problema serio che ancora abbiamo: la scarsa conoscenza dell’informatica e l’inefficacia della divulgazione.

Da qualche tempo collaboro con Altroconsumo realizzando dei test (quasi sempre anonimi) per prodotti che riguardano le nuove tecnologie. Nel numero di questo mese ho realizzato un test sui browser più popolari (usando differenti macchine) che puoi scaricare gratuitamente anche online in formato .PDF. Ho pensato di segnalartelo, fammi sapere se ti piace l’articolo (scritto dalla redazione di Altroconsumo).

Altroconsumo è andata in giro per chiedere a persone “comuni” che cos’è un browser. I risultati riassunti in questo video non sono per nulla incoraggianti: