I social network non hanno bisogno di pubblicità: bannati in Francia

A quanto pare i legislatori d’Oltralpe hanno deciso che Facebook e Twitter non si potranno pronunciare nelle tv e radio francesi se non hanno a che fare direttamente con una notizia. La questione è comunque interessante: Twitter e Facebook sono delle aziende e quindi, seppure siano entrate a far parte della vita di tutti i giorni e di molti di noi, vanno considerate come tali.

Le reti sociali stanno diventando così forti da superare i confini del privato? Chissà se per fregarli d’ora in poi i giornalisti e conduttori tv cominceranno a chiamarli “Fazùk” oppure “Twittè”.

P.S. Nel frattempo il servizio segreto inglese, il MI6, si diverte a sostituire le istruzioni per creare una bomba di Al-Qaida con delle immagini di cupcake.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me