RoyalCamp e gli eventi a cui non sarò

Il buon Stefano Epifani mi ha invitato al seminario di presentazione del progetto BlogLab che si tiene mentre vi scrivo ed a farne parte: mi sono mosso tardi e stamane non ho potuto presenziare ma spero di rimediare in seguito fornendo il mio appoggio e supporto.

Trovo davvero interessante l’idea di realizzare con gli studenti un laboratorio sui blog non solo per facoltà come quella di Scienze della Comunicazione ma anche per discipline prettamente tecniche o umanistiche: penso alla didattica che si sviluppa ad Ingegneria o a quella di Lettere e Filosofia. Corsi universitari come quello di Linguistica Italiana si occupano di definire i principi e le fasi della lingua italiana; applicati al linguaggio utilizzato nei blog potrebbero portare a riflessioni e studi interessanti.

Un altro evento al quale non sarò è il RItaliaCamp che si terrà domani dalle 9 all’Università di Milano Bicocca: sul blog ufficiale viene presentato il camp e vengono definiti gli obiettivi di questo incontro che riguarda il progetto RItalia teso a definire un nuovo portale del turismo, diverso e possibilmente migliore dell’attuale Italia.it. Invidio l’amico Paolo che sarà presente.

Giorni fa invece grazie ad un post di Fullo ho espresso nei commenti una nuova idea di Camp che in parte già mi frullava nella testa, rivolto ai blogger ed ai partecipanti del Sud da sempre tagliati completamente fuori da queste conference: ne parlai tempo fa insieme ad Alessandro.
Basta infatti farsi un giro su BarCampItalia per leggere degli eventi attivi e scoprire che da Roma in giù (non sto considerando il PubCamp di Chieti) non c’è nulla se non qualche cena come la TrinacriaBloggerDinner.

La mia idea è questa: riunire non solo i blogger del Sud (se ci siete fatevi sentire nei commenti, ne conosco pochissimi) ma chiunque voglia discutere sui problemi e le tematiche riguardanti la Rete, in piena libertà e con uno spazio che riunisca modernità ad antichità.
Un incontro dove si può respirare aria pulita ed il fascino del tempo che è cambiato: sto parlando della Reggia di Caserta, uno (forse il) dei monumenti più visitati d’Italia, la Versailles italiana.
Perchè questa scelta ? Principalmente perchè conosco il luogo ed abito a pochissimi passi da questa fantastica cornice; inoltre la sua posizione strategica è ottima, con la stazione ferroviaria praticamente di fronte ed il primo casello autostradale ad 1km circa.
Lo so forse la realizzazione è un po impossibile ma gli immensi e stupendi parchi potrebbero portarci ad un esperienza nuova ed inedita: che dite lo facciamo questo RoyalCamp?
Si accettano sponsor (necessari), suggerimenti e critiche.

[UPDATE, March 31] Per RoyalCamp presto probabilmente aprirò ho aperto un Wiki anche se ritengo l’idea folle ma perchè non provarci? Per info sulla location leggi qui: l’ingresso al parco si paga solo 2 euro ma potremmo ideare una qualche sorta di convenzione.
Per quanto riguarda invece RItaliaCamp Luca Conti lo seguirà con un articolo su Nòva e qualche foto mentre Robin Good domani farà il video reporter e cercherà di fare uno streaming video live: potrete seguirlo probabilmente a questo indirizzo.

[UPDATE, April 2] RoyalCamp sembra ricevere molti consensi,ora il lavoro maggiore è nella ricerca dell’autorizzazione e degli sponsor.
Se vi siete persi RItaliaCamp Robin ha pubblicato i video online. Buona visione.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

20 thoughts on “RoyalCamp e gli eventi a cui non sarò”

  1. @Alessandro: Ne ero quasi certo se ti va inviami una email così ne discutiamo: nel qual caso la cosa interessa apriamo un Wiki.

    @Corrado: Grazie,anche la pubblicità non fa male,anzi puoi senza dubbio aiutare alla realizzazione ed alla riuscita dell’evento.

  2. Sarebbe davvero una gran bella idea…
    Io ci sono! :)
    P.s.
    Il concerto di Caputo come è andato? Sto ancora mangiando le mani per non esserci venuto…Sono anni che continuo a perderlo!

  3. Oddio sulle modalità di partecipazione non so dirti molto.Di solito, ed è tutto a mio sfavore, sono uno poco pratico. Però sicuramente farei un po’ di sana pubblicità all’eventuale evento.
    Uhm, suggerimenti? Ci sto pensando…continuo a leggerti, così vedo cosa mi viene in mente.

  4. Certo, un bell’hot spot nel parco reale ci starebbe da Dio. Magari utilizzare la pineta in piena estate non sarebbe niente male…

  5. L’idea sarebbe molto carina da mettere in pratica, sono ben lieto di darti il mio supporto per l’iniziativa… conosco un pò di persone nella Reggia, potrebbe tornare utile… magari poi ne parliamo di persona. Ogni idea da parte dei lettori, ovviamente, è ben accetta ;)

  6. Complimenti Dario, l’idea è davvero eccezionale ma… sulla Reggia di Caserta (fantastica, ci sono stato un paio di volte) la vedo davverò dura! :(
    Ad ogni modo, scoraggiarsi da subito non serve, se riesci a far partire la macchina, conta pure sul mio supporto… e ad un evento del genere non mancherei di sicuro! :)

  7. @Corrado: Beh si,un bel hot spot tra una fontana e l’altra è ovviamente necessario.

    @Sebastian: Ne parliamo di persona,avevo già pensato a te ovviamente.

    @Paolo: Li ho già contattati via email,staremo a vedere.

    Giovy: Grazie,l’impresa è ardua lo so di già ci vogliono mesi di duro lavoro. Per ora mi serve il maggiore aiuto possibile,anche solo facendo girare l’idea tra i blog: in tal modo posso trovare sponsor davvero necessari per questo Camp. Mi farebbe piacere se segnalassi la cosa,così come gli altri lettori.

  8. Hai avuto proprio un’ottima idea. Potrebbe venir fuori un bel evento.
    Per inciso, anche io sono del sud, siciliano per l’esattezza. :)

  9. Caro Dario, è una grande idea e ti offro tutto il mio aiuto, considerato che come hai detto tu risulta difficile organizzare qualcosa al Sud dobbiamo riuscire a creare un BarCamp con i fiocchi! Certo, la reggia di Caserta sarebbe una location spettacolare ma non so quanto sia realistico (anche dal punto di vista dei soldini), comunque se non si dovesse riuscire a farlo lì si potrebbe provare anche a Napoli, ci sono un sacco di location a partire dal complesso universitario di monte sant angelo fino alle sale del Castel dell Ovo.
    Ma perchè intanto non organizziamo un aperitivo in stile Likemind in modo da incontrarci ed organizzare le idee?

  10. @Massimiliano: L’idea di un Linkemind è ottima,specie se c’è però l’autorizzazione per la location: è il problema principale. C’è già una sorta di Linkemind,o meglio una cena,la TrinacriaBloggerDinner,che rappresenta un incontro per i blogger del sud: forse si discuterà eventualmente anche dell’organizzazione di un BarCamp siciliano.

    @blog news e Paolo: Mi fa piacere vi interessi,diffondete se potete e collaborate all’iniziativa. Abbiamo bisogno di tutti.

  11. Già ne avevo sentito parlare ma non credo che scenderò in Sicilia solo per un aperitivo, cmq hai ragione, l’importante è avere la conferma della location, se hai bisogno di un aiuto pratico io abito a Napoli quindi gli spostamenti per me non sono un problema.
    Domani scrivo anche qualcosa sul mio blog per stuzzicare un pò la curiosità dei barcampisti..

  12. @Massimiliano: Grazie,tieni come riferimento sempre il Wiki. Sto pensando nell’eventualità positiva dell’autorizzazione di realizzare anche un dominio,per maggiore visibilità.

  13. Pingback: RoyalCamp: un BarCamp Reale… at Diary

Comments are closed.