Robo.to: dalla statusphera alla videosphera?

La statusphera (triste come in certi casi diventi deathsfera) o anche microsfera è quella di Facebook e Twitter. Per ora, finchè non muoiono, è formata principalmente da contenuti testuali generati dagli utenti.

ReadWriteWeb e Maestroalberto avevano parlato di Robo.to alcuni mesi fa in Italia mentre Tommaso l’ha riproposto ieri: si tratta di una sorta di Twitter dedicato alla creazione di video con una durata massima di 4 secondi da utilizzare come avatar.
L’idea di principio era questa, un po’ come ha fatto 12seconds. Robo.to poi ha espanso e diffuso il concetto originale nel trasformare i video in veri e propri status: i messaggi di testo di massimo 140 caratteri vengono in pratica sostituiti da video di 4 secondi e puoi “seguire” ogni canale proprio come accade su Twitter.

Federico aka Kurai si è già divertito a provarlo, io per adesso mi astengo. Però non escludo la nascita di una videosfera pazzesca come direbbe Marco Montemagno. Specie nel caso di una bella applicazione per iPhone ed Android.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Robo.to: dalla statusphera alla videosphera?”

Comments are closed.