Quando il live blogging (quello finto) sbarca in Tv

Ai miei tempi (vabbe, qualche annetto fa) si scioperava, occupava, spesse volte col solo fine di saltare la scuola, ma nelle poche manifestazioni sensate già non si protestava quasi più all’urlo di Contessa: oggi i gggiovani utilizzano anche altri strumenti come Internet e si riuniscono per dialogare e discutere in siti web. Penso ad esempio al sito che hanno messo su per raccogliere le firme contro la riforma Fioroni (si quello che aveva il blog tempestato di commenti aulici) ben riassunta in questo articolo de Il Sole 24 ore.

Mentre facevo zapping ieri sera capito su Mtv e chi ti vedo in Tv? Mario Adinolfi: proprio lui, il candidato blogger, quello del “conflitto d’interessi” casareccio, per farla sbrigativa uno dei candidati alle Primarie del Partito Democratico per il quale hanno creato divertenti filastrocche alla Albero Azzurro.
Come aveva anticipato sul suo blog qui Marione è lì a condurre un programma con attorno tanti gggiovani ed al centro il ministro della Pubblica Istruzione (il Fioroni di cui sopra) per discutere della riforma: tralasciando il fatto che anche a me sembrava di stare dalla De Filippi l’idea di fare un live blogging non mi è parsa malvagia, anche se il ragazzo deputato a farlo era un Vj di Mtv (andateci piano nei commenti). Non era poi neanche cattiva l’idea dei collegamenti via webcam con altri studenti: peccato che il blogging (fatto in un solo post) sembrasse nei commenti più una chat e che di live – ovvero di ciò che stava accadendo in studio – non ci sia stato nemmeno l’ombra.

Insomma ad Mtv fanno bene a sperimentare (forse lo fanno troppo spesso) ma realtà del genere sono parzialmente la risposta ad una mia vecchia domanda: se la Tv si avvicinasse di più alla Rete cosa accadrebbe?

Per certi versi credo sia meglio che almeno ora rimangano due realtà distanti se non sono utilizzate al meglio.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

2 thoughts on “Quando il live blogging (quello finto) sbarca in Tv”

  1. Non ho capito nulla del tuo articolo ma so solo che quella trasmissione mi ha fatto saltare l’anime night, l’unica cosa che guardo in tv, oltre alle donnine degli 899.

Comments are closed.