Powerlines: l’adsl dalla rete elettrica

Tempo fa,e parlo di uno-due anni,venni a sapere che l’Enel stava sperimantando in Toscana (nello specifico a Grosseto) la possibilità di collegarsi online mediante la tradizionale linea elettrica (quella a 220 V per intenderci) e che le velocità raggiunte erano in pratica quelle della banda larga: detta tecnologia prende il nome di PLC,Powerlines ed utilizza gli stessi principi di funzionamento di una rete radiomobile cellulare con la differenza che il segnale invece che irradiato nello spazio viene convogliato sulla rete elettrica.
L’azienda che in Italia maggiormente si è data da fare è la I-light che già fornisce ad alcune aziende questo tipo di connessione. Con la liberizzazione del Wi-fi si potrebbe quindi portare utilizzando questo mezzo l’Adsl nelle zone che non sono coperte,riducendo così drasticamente il Digital Divide.
Mi domando: perchè (da allora) non sono stati fatti passi in avanti in tal senso,visto che la tecnologia non è costosa e permette di raggiunger un utenza più ampia (specialmente business direi) rispetto a quella dell’Adsl ?
Forse perchè il mercato dell’energia in Italia non è poi così “tanto libero” ? L’Enel detiene l’85 percento circa della rete elettrica nazionale.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me