PlayReady: Drm on mobile phones

Il 3GSM si è concluso con tante novità, una mi ha colpito (in negativo): Microsoft ha presentato una nuova tecnologia per il DRM nei dispositivi mobili.
PlayReady cerca di realizzare un DRM interoperabile nella telefonia mobile ed è stato ideato per consentire agli operatori di telefonia di offrire contenuti digitali in abbonamento, pay-per-view, ed altre forme di distribuzione. PlayReady infatti supporta tutti i maggiori formati di contenuti multimediali, musica, video, videogiochi, suonerie. Dovrebbe facilitare la possibilità di spostare i contenuti tra diversi device: inoltre questo DRM dovrebbe essere compatibile con quello di Windows Media.
L’integrazione brutale del Drm in Windows Vista, del quale spero di leggere feedback da chi l’ha già provato, e l’aggiunta di questa tecnologia per i dispositivi mobili non può fare altro che storcere il naso: e pensare che c’è chi dall’altra parte la pensa diversamente.
Non credo che il DRM sia la panacea di tutti i mali e della pirateria: personalmente sono contrario a quelle tecnologie che restringono le libertà digitali, dovremmo essere liberi di scegliere, non solo il sistema operativo da utilizzare ma anche l’hardware da acquistare ed utilizzare.
In barba a tutti i monopoli ed alle major: al centro ci dovrebbe essere sempre l’utente, il consumatore. Perchè senza di questo le company non possono vivere.

Author: Dario Salvelli

Growth Hacker, Digital Marketing expert. I work as the Global Social Media Manager of Automobili Lamborghini. Contact me

1 thought on “PlayReady: Drm on mobile phones”

  1. “In barba a tutti i monopoli ed alle major: al centro ci dovrebbe essere sempre l’utente, il consumatore. Perchè senza di questo le company non possono vivere”

    il problema e che spesso sembrano dimenticarselo…

Comments are closed.